06 gennaio 2010

ARE WE HUMAN OR ARE WE DANCERS?



Chi se ne frega del fatto che sentire i cinesi parlare tedesco mi faceva impressione perché io i cinesi sono abituato a sentirli parlare in italiano?
Chi se ne frega se in realtà Alberto Stasi si chiama Alberto Ferrari ed Alberto Stasi probabilmente è solo un soprannome coniato dai suoi amici del bar per via di una certa, impressionante somiglianza con svariate decine di agenti della Stasi?

Chi se ne frega se i Digitalism sono talmente un pacco che non sono nemmeno riuscito a trovare il Weekend Club dove avrebbero dovuto mettere dischi ed allora ho preferito dormirmela?
Chi se ne frega se in Germania Scooter è ancora un dio mentre noi in Italia siamo rimasti ancora fermi ad Hyper Hyper – che è ormai storia di 16 anni fa, dunque una vita fa?
Chi se ne frega se in Italia siamo da sempre convinti che Scooter sia uno solo mentre in realtà gli Scooter sono una vera e propria techno-band e il tizio biondo ossigenato che noi identifichiamo come Scooter è in realtà il cantante degli Scooter?

Chi se ne frega se in Germania ridono di Silvio Berlusconi e degli italiani che continuano a sceglierlo come spirito guida nonostante lui stia lavorando assieme ad Apicella ad un album di canzoni per riconquistare Veronica Lario, sua ex moglie nonché ipotetica risposta italiana a Lady Gaga?
Chi se ne frega se Lady Gaga in Germania, in Italia, nel mondo ha successo non tanto per la musica (assolutamente in linea con il suono post-Timbaland che attualmente va per la maggiore nelle radio di regime, assolutamente identica alle nuove cose di Shakira, Rihanna et altre artiste donne prese a caso dalla top ten dei singoli più venduti/suonerie più scaricate) ma perché ha un'immagine che funziona e all'apparenza è molto trasgressiva?

Chi se ne frega se Mtv tedesca è identica a quella italiana perché anche se non ha un Carlo Pastore a farla da padrone manda in heavy rotation gli stessi dieci video per tutta la giornata, fino a farteli piacere per sfinimento?
Chi se ne frega se Viva è infinitamente meglio anche se poi scopri che è di proprietà di Mtv e non riesci ancora a spiegartelo?
Chi se ne frega se sempre su Viva hai scoperto che il video di Informer esiste ancora e non ne hanno bruciato tutte le copie esistenti un attimo dopo che Leone di Lernia ha deciso di farne una sua versione?

Ma soprattutto, chi se ne frega di tutto e di tutti quando ovunque vai accendi la tv (o la radio) e puoi trovare canzoni come Tik Tok di Ke$ha che ti allietano la giornata? Una tonnellata di ribellione a buon mercato, tanta finzione, sonorità di cui Madonna aveva già ampiamente abusato 25 anni fa, nessun senso compiuto se non quello di buttarsi nella mischia per provare a vendere tanti dischi e diventare di conseguenza una popstar a livello planetario, una di quelle plasmate ad arte da manager senza scrupoli che le sfruttano finché possono salvo poi gettarle nel cestino della spazzatura al primo insuccesso. Quando nel video viene fermata dalla polizia, ammanettata e poi istantaneamente rilasciata probabilmente per aver fatto un servizietto al tutore della legge di turno non ci si crede nemmeno: questa è roba fastidiosa, che un giorno verrà condannata dalla storia come Stalin e i Milli Vanilli.

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Genio.

brugo ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=n3gFGu9yF34

buon anno!

delrio ha detto...

La parodia però è grande

Sebas▼iano ha detto...

Me la farei. Ma musicalmente, tolto tutto ciò che hai detto che è la realtà dei fatti, è (non una copia) un clone (per tutto ciò che riguarda il vocal) di una che magari il culo lo darà anche lei, ma comunque spaccandoselo; cioè Uffie.

accento svedese ha detto...

@ anonimo: non esageriamo. Sono solo 2000 e passa battute di frasi buttate lì a caso.

@ brugo: è già tormentone, è già il mio pezzo preferito del momento. Vorrei i capelli del cantante.

@ delrio: concordo.

@ sebastiano: di più: è la versione electro tunz-tunz di avril lavigne. Prendila come un complimento e/o come un'offesa nei confronti di Kesha (che non è nemmeno poi così bella).

manq@libero.it ha detto...

Andrò per punti:
- Io identifico scooter con il cantante di scooter, ma non credo se la prenda perchè lo indentifico anche come il dio della musica unz.
- Ke$a, o come cazzo si chiama, ha scritto un pezzo fighissimo. Il fatto che sia interamente composto di clichè non toglie nulla al tiro che ha quando suona in macchina. E poi, se ci mettiamo a guardare i clichè, di musica non ne ascoltiamo più. :P
- Ke$a, o come cazzo si chiama, non è bellissima. Però me la farei a ripetizione.
- La parodia è puro stile.

accento svedese ha detto...

La parodia per alcuni è anche stile di vita, ed ha il pregio di rendere simpatici personaggi odiosi (vedi La Russa che mi diventa simpatico dopo aver sentito Fiorello che lo imita). Quell'imitazione mi ha reso Ke$ha simpatica e mi ha fatto rendere conto di ciò che è veramente: una che vuol guadagnare più soldi per pagarsi la coca.

niccolo' ha detto...

Ke$ha rulez, molto più degli Animal Collective per esempio.

accento svedese ha detto...

Mi sa che però gli Animal Collective si facciano droghe migliori.