16 febbraio 2009

NAZIPOVIA ERA (ED È) UN BIGOTTO CIELLINO

Che NaziPovia arrivi ultimissimo al Festival di Sanremo, tra fischi e lanci di concime animale verso la sua tragica figura.
E che gli spettatori lancino i loro televisori fuori dalla finestra nell'attimo esatto in cui lui sale sul palco per esibirsi.

2 commenti:

Niccolò ha detto...

Tramite le mie conoscenze (ho scoperto di avere appena due gradi separazione di Povia!), posso affermare con sycumera e moralismo che Povia fa il ciellino buonino ma pero' si sniffa pure tonnellate di eroina ed e' un cretidiota - cioe', lo si intuiva, ma potevamo pensare che lo facesse per una buona causa (il vil danaro), invece no, e' proprio mongolo nature.

accento svedese ha detto...

Si è fottuto definitivamente gli ultimi neuroni che gli eran rimasti, ed ora è in pieno trip mistico. Se lo vedi in giro regalagli in promo dei Ministri di cui sei orgoglioso possessore.