08 febbraio 2009

DA YA THINK I'M SOCCI?

Antonio Socci. Un passato da bassista dei Litfiba epoca El Diablo, un presente da brillante intellettuale di riferimento della destra clerico-fascista italiana. Nulla da eccepire, dunque. Una grande e splendida metamorfosi probabilmente dovuta ad abuso di PCP, ma che in realtà ci ha consegnato una delle menti più lucide e lungimiranti che la storia italiana ricordi.

Il punto però non è Socci. Socci non mi ha fatto nulla (tranne partecipare ad un sano e consapevole sperpero di denaro pubblico nelle vesti di conduttore di terribili programmi che fortunatamente non guardava quasi nessuno), ma Socci in quanto persona dotata di media intelligenza è solo un pretesto per dire che fatte le debite eccezioni, il suo punto di vista para-integralista è quello dominante nel PdL (ma anche in certi settori dell'opposizione), con tutto ciò che ne consegue in termini di danni a questo nostro povero paese fatto di gente che ama delegare ad altri l'esercizio dei propri diritti civici e poi si lamenta sempre a prescindere. Si tenta di improvvisare un decreto per impedire l'interruzione dell'alimentazione ad Eluana Englaro perché altrimenti il Vaticano poi non ti garantisce più i voti, e si pensa di impedire alle minorenni di rifarsi il seno sull'onda del successo delle poppe posticcie di una concorrente del Grande Fratello: l'Italia più o meno è un paese a fine corsa, e manca poco allo schianto che sarà catastrofico anche se gli italiani non se ne renderanno nemmeno conto. E dopo molto probabilmente ci saranno solo i militari come in Cile nel '73.

Ma qualcuno, con grande coraggio e sprezzo del pericolo ha deciso di non starci ed uscire dal cerchio per cercare di salvare la situazione: Paolo Guzzanti lascia il PdL ed entra nel PLI. In sostanza, si è reso conto che Berlusconi non è Gesù come tutti pensano ed ha deciso di farlo con la solita classe, usando sia la spada che il fioretto. Ha snocciolato con disinvoltura arditi concetti come “Sono io che ho paragonato certe manifestazioni di Forza Italia al compleanno di Kim Il Sung” (se ne è accorto ora, manco fosse stato in coma farmacologico per anni e anni), “Mi sono ribellato al fatto che la signorina Carfagna, avendo una lite in corso con l'attrice Sabina Guzzanti, ha pensato bene di tirare in ballo me” (è chiaro, sei suo padre e loro non guardano in faccia a nessuno), ”Bondi è il mio più caro amico insieme a Cicchitto e ho trovato molto doloroso vederli assumere questo ruolo da Torquemada.” (personalmento io non andrei a sbandierare in giro amicizie con Bondi e Cicchitto, ma magari mi sfugge qualcosa), “Sono perfettamente consapevole di rappresentare molti più elettori di quanti ne bastino per eleggere un deputato” (peccato però che una legge elettorale mostruosa ci abbia tolto la possibilità di scegliere il candidato, ma forse questo dettaglio è assolutamente ininfluente agli occhi di chi sta in Parlamento da tanto tempo), “Poiché mi piace sognare rispondo sì: sogno il polo laico” (te ne accorgi solo ora, perché sei alla frutta in quanto tutti ti hanno voltato le spalle) ed è pure riuscito a rimanere serio mentre parlava. Ci credeva veramente, o magari scherzava e nessuno se ne rendeva conto, consapevole ancora una volta della sua superiorità fisica e mentale. Solo lui lo sa. Solo lui è la definitiva versione cozze e vongole della Great Rock'n'Roll Swindle

Ed è proprio per questa semplice ragione che il personaggio merita fiducia nonostante presenti alcuni lati oscuri. Manco sapevo che esistesse ancora il PLI, però qualora Guzzanti decidesse di dar vita ad una grande battaglia civile per ottenere l'immediata liberazione di Chicoria ingiustamente detenuto nelle patrie galere credo che aderirò sulla fiducia al glorioso Partito Liberale e cercherò di spingere più persone possibile a seguirmi. Far liberare Chicoria è un dovere morale

7 commenti:

Gilesteta ha detto...

Guzzanti è un uomo con grande dignità.

http://www.ilbloggilet.com/2008/10/guizzanti.html

accento svedese ha detto...

Guizzanti è geniale.

Anellidifumo ha detto...

Guzzanti ultimamente fa ridere più ancora dei suoi pur bravissimi figli.

Grande post. Unico dubbio: non capisco se alla fine sei serio o ironico. Colpa mia?

Molto d'accordo sui militari all'orizzonte.

Anonimo ha detto...

Antonio Socci bassista dei Litfiba? Che acidi usi?

accento svedese ha detto...

@ anelli di fumo: diciamo che alla fine sono ironico, ma non troppo. Facciamo 50 e 50?
Guzzanti è geniale. Sprecato a fare il ciambellano di corte, ora che è uscito dal PdL speriamo che ci regali altre perle. Mignottocrazia è una buona base di partenza.

@ anonimo: solo Ventolin all'occorrenza.

Anonimo ha detto...

Io a Socci lo conosco personalmente,prima di sputare contro una persona informati, IGNORANT

accento svedese ha detto...

Beato te, aggiungerei.