30 gennaio 2009

GOD IS A DJ


Non ci avevo mai pensato: a solo 11 mesi dalla fine degli anni '00, il Rock non ha avuto ancora un morto appartenente a fredda e noiosa decade che stiamo vivendo. In sostanza: negli anni '00 non c'è stato uno Ian Curtis, un Giovanni Lindo Ferretti e nemmeno un Kurt Cobain, ed è tutto molto poco rock. Ma morti del genere non ci sono state nemmeno negli anni ottanta, e da questo si può dedurre che gli anni '00 sono una versione riveduta e corretta degli anni ottanta, con più tecnologia ed ancor più individualismo ad accompagnare il tutto.

Nei prossimi undici mesi potrebbe succedere di tutto, però questo fatto fa riflettere su quale sia lo stato di salute del rock oggi e soprattutto su cosa sia il rock oggi. Sono rock i Klaxons? No.
Quasi quasi pensandoci bene si scopre che sono meglio gli anni ottanta, perché almeno negli ottanta potevi almeno risorgere gustandoti Frankie Knuckles che faceva un dj set al Powerplant nel 1983. Un set perfetto, roba che ti fa assaporare il paradiso anche se probabilmente è stata registrata direttamente dai cessi del locale su una cassetta Sony camuffata da audiocassetta di Fhills Collins. Si sente malissimo, però quel dj set è una delle cose più rock di tutti i tempi. Ancora più rock degli anni novanta, l'unico decennio che in realtà è durato nove anni.

12 commenti:

manq ha detto...

Nel 2003 hanno trovato morto Eliott Smith.
Mica roba da poco...

Preeve ha detto...

E nel 2002 Layne Staley degli Alice in Chains.
E se andiamo al di là della musica c'è da tener conto anche di Heath Ledger.
Sono stati anni confusi, senza una grande identità, ma di sicuro non noiosi..

onan ha detto...

I dischi di Elliot Smith sono degli anni novanta, tranne i due postumi.
Layne Staley è un grandissimo simbolo degli anni 90.

Per quanto riguarda gli '80 Ian Curtis è morto nell'80 e i Joy Division sono fondamentalmente considerati un gruppo anni '80.
E poi naturalmente c'è Cliff Burton.
Gli anni '80 sono anni assolutamente Rock. Rock era alternativo, mica "alternative".

Lollodj ha detto...

Ci pensavo pure io: commentando la morte di Cooper dei Telefon Tel Aviv mi sono trovato a pensare "ma allora qualcuno muore anche negli anni 0...". Comunque c'è andata vicino Amy Winehouse ma per fortuna si è ripigliata, ci sarebbe toccato avere la Amy come icona del decennio!!!

Felson ha detto...

Onan, ciò non toglie che entrambi sono morti negli anni zero.
Comunque morire giovane non va più di moda.

accento svedese ha detto...

Elliot Smith era anni novanta al massimo, così come Layne Staley. A questo punto mi vien da dire che l'unica morte veramente '00 è quella di Mieszko Talarczyk dei Nasum, scomparso in Thailandia durante lo tsunami del 2004.

onan ha detto...

Felson: hai ragione (sono morti negli anni '00 anche Richard Wright, Ron Asheton, Mitch Mitchell sono per nominare gli ultimi), ma io mi interrogavo su quali fossero i morti rappresentativi degli anni '00.

Felson ha detto...

Onan: uhm, mi sa nessuno.

disorder ha detto...

Negli anni 00 è morto il disco. Pare poco?

Preeve ha detto...

Bè il disco non è ancora morto del tutto. Diciamo che è in fin di vita..

Felson ha detto...

Effettivamente è morto anche l'indie rock 8nel senso più nobile del termine).
Per non parlare dell'emocore (e AccentoSvedese ne sa qualcosa)

accento svedese ha detto...

Ormai la musica di nicchia sta finendo. Tutte le etichette stanno diventando scuse buone per vendere più dischi. E tutto perchè il disco sta per sparire e si cerca di raschiare il fondo del barile.