19 gennaio 2009

CIAK SI TIRA

«Tv di Stato non degna di un paese civile» Il Premier Silvan Berlusconi protesta per lo stato di sfacelo in cui si trova la Rai, ed ha perfettamente ragione.



Che i soldi pubblici vengano spesi per dotare finalmente di un video una delle cose più trash che la mente umana abbia mai concepito è scandaloso. Che i Cugini di Campagna vengano periodicamente riportati in vita dalla Rai per ospitarli ad assurde trasmissioni rievocative è altrettanto scandaloso. Che i cugini di campagna facciano perdere gradimento nei sondaggi al Premier con le loro assurde pretese è un abominio che andrebbe punito con l'esilio, però poi senza i loro voti al sapor di polenta, sangue & lacrime come fa il Bel Governo a rimanere in piedi? E allora niente esilio e teniamoci ben strette trasmissioni come Ciak si canta – un fior di programma condotto tra l'altro da una che presentava Uno Mattina assieme a Luca Giurato e che ai tempi del memorabile tour televisivo pre-elezioni 2006 di Silvan Berlusconi si prostrava ai suoi piedi mentre lui affermava senza vergogna alcuna che stare vicino ad una bionda gli avrebbe fatto guadagnare voti.
Voti. Sondaggi. Cifre vere e presunte. Consenso.

I Veri Problemi non sono la crisi economica, le aziende che chiudono, la disoccupazione, i giovani che davanti a loro non vedono più un futuro. I Veri Problemi sono consultare i sondaggi, accorgersi che i sondaggi sono in calo, trovare immediatamente il motivo del calo, cercare di rimediare, fare nel frattempo campagna elettorale in Sardegna, andare in vacanza in Sardegna nel weekend, scomparire, ricomparire, raccontare barzellette sull'Olocausto, fare la comparsa ad un summit internazionale venti giorni dopo il momento in cui sarebbe stato necessario, ormai è tardi e la situazione è compromessa ma intanto io ci sono e dico cose a caso, convincere Kakà a rimanere, far credere alla gente che Kakà rimane quando in realtà è già del Manchester City. Tutto con il sorriso sulle labbra, il sorriso di chi ormai non ha più nulla da perdere perché ha già tutto in mano e sa che nessuno glielo può togliere.
Anima mia, torna a casa tua che tanto Zio Silvio governerà vita natural durante, finché morte non lo separi dalla maschera di lattice che indossa ultimamente.

(si ringrazia Batteria Ricaricabile per il video-delirio)

4 commenti:

Lollodj ha detto...

Per tutto questo ed al tro ancora che ad aprile me ne vado a fare un giro in Uk, un bello stage di 4 mesi, con la speranza di non tornare più, o quasi...

ale-bu ha detto...

il bello è che adesso l'operazione kakà potrà essere inserita nella nuova edizione di "campagna elettorale for dummies"...ma forse sono io che penso male...

Gilesteta ha detto...

Manca solo quello che grida "Madreeeee"

accento svedese ha detto...

Sono bei momenti quelli che si stanno vivendo ora in Italia.
La definizione campagna elettorale for dummies è geniale, ho subito fatto mia l'idea.