25 gennaio 2009

"I will support him until I have reason not to."

È ufficiale: le celebrazioni dell'elezione di Obama hanno rotto le palle.
E le hanno rotte definitivamente quando, durante l'ennesima replica pomeridiana dello Youth Inaugural Ball su Mtv Italia ha preso la parola un fattissimo (ed inutilissimo, come al solito) Kid Rock.

Lui, repubblicano fino al midollo e fiero sostenitore di Bush nella buona e nella cattiva sorte, con grande sprezzo del ridicolo ha elogiato Obama, il cambiamento, il grande traguardo raggiunto dal popolo nero e tutto il resto. Anche se Kid Rock è quasi più inutile di Fred Durst e per il grado di fattanza raggiunto può essere senza ombra di dubbio considerato l'equivalente americano di Zucchero il televisore di casa mia non è mai stato così vicino ad essere scagliato in strada, dritto sulla testa di malcapitati passanti (quasi del tutto) ignari di ciò che succede in certe parti del mondo.

È ora di finirla con celebrazioni sterili, buone solo per far parlare (ed esibire) artisti (?) del genere. È ora di finirla con la massificazione e con la commercializzazione di un evento epocale, che però rischia di diventare molto meno epocale proprio grazie a personaggi come Kid Rock (e Will.I.Am, e Beyoncé, e Bono Vox, e John Legend e Mariah Carey et altri loschi ed inutili figuri). Basta, che non se ne può più!
Lasciamo lavorare Obama e lasciamolo tranquillo, che non ha bisogno di rituali celebrativi buoni solo a portargli sfiga. E per ripicca decidiamo di votare Popolo della Libertà alle prossime europee qualora anche Britney Spears sull'onda della moda del momento si schierasse al fianco del Presidente Eletto.

15 commenti:

niccolo' ha detto...

Ehi, Kid Rock e' ganzo (soprattutto "Devil Without A Cause"), e Beyonce pure. La corrente incarnazione del male e' rappresentata da Le Luci della Centrale Elettrica.

accento svedese ha detto...

Kid Rock è un buzzurro, però alla fine dieci anni fa ha rappresentato una svolta. Il suo problema è che dieci anni fa il mondo era diverso. Secondo me dovrebbe tentare di farsi produrre da Giorgio Canali.

20nd ha detto...

Questo e' un lavoro per i Tenacious D :D

Lollodj ha detto...

Quello che non ho ai cpito è come i conservatori repubblicani accettassero come supporter una sexy Britney che cantava "dammene ancora" in abiti succinti, o un Kid Rock che si presenta regolarmente con bottiglia di wiskey, fighe seminude e canta di ubriacarsi e sballarsi. Ma i loro elettori non ci trovano qualcosa di strano???!?

disorder ha detto...

Lollodj, ti rispondo con delle tag a caso: Cosimo Mele, Bagaglino, Carfagna, Sgarbi.

Niccolò ha detto...

Lollo: e' che repubblicano non significa necessariamente conservatore moralista.

accento svedese ha detto...

E' che c'è grossa ipocrisia tra "valori predicati" e "comportamenti sul campo", sia in Italia che negli Usa, sia a destra che a sinistra.
E' che Britney è assolutamente conservatrice e moralista, basta sentire la sua musica, la meno rischiosa che ci sia.

Niccolò ha detto...

Da un lato c'e' quel che dici te, Accento (opportunismo, salire sul carro del vincitore, il "tutto fa brodo"), dall'altro c'e' cosa si intende davvero per "conservatore" e "progressista". Perche' nella concezione americana, non si oscilla lungo una retta, ma su un piano: metti sulle x la liberta' economica, sulle y le liberta' individuali, per esempio. E cosi' trovi nei repubblicani gente come Parker & Stone di South Park, scrittori come Tom Wolfe, Jack Kerouac e Robert Heinlein, etc etc che nella nostra ottica, a seconda dei casi, potrebbero essere "di dx" o "di sx".

Felson ha detto...

Nei repubblicani più conservatori (anzi, reazionari) mettici anche Vincent Gallo.

accento svedese ha detto...

Ragiono troppo da italiano, tutto come fosse una partita di calcio. O destra o sinistra.
Non avevo proprio pensato che in America il concetto non è proprio lo stesso che in Italia, ma resta il fatto che Kid Rock che si schiera per Obama è puro situazionismo.

disorder ha detto...

Accento, sei "troppo italiano" :D

disorder ha detto...

http://www.rockol.it/news-98762/Pink-e-Macy-Gray-preparano-una-%27We-are-the-world%27-per-Obama

Ecco altre due sgallettate che arrivano "dopo i fochi", come si dice dalle mie parti.
Abbiamo davvero superato la frutta, il dolce e l'ammazzacaffè!

accento svedese ha detto...

Pink, addirittura. Non ho parole.

Niccolò ha detto...

Porca puttana, ascoltate magari gli Smiths o i Depeche Mode, e poi avete a che ridire su Pink (che e' divertente assai)! Ma dio ape, non vi va mai bene un cazzo! :)

accento svedese ha detto...

Siam polemici. Personalmente ho apprezzato Pink sono quando si è fatta scrivere un disco intero da Tim Armstrong dei Rancid.