20 luglio 2008

LA TERRA DEI CACHI

L'Italia è in festa. Napoli è ormai libera dai rifiuti ed il sempre benvestito Ronaldinho è arrivato da Barcellona giusto per risolvere gli altri problemi (calcistici e non) del nostro povero Paese. Grazie all'arrivo dell'asso brasiliano, infatti, l'economia tornerà definitivamente a girare e la gente potrà di nuovo essere felice e dedicarsi alle cose veramente importanti della vita.
Nonostante la controinformazione veltronian-casinian-dipietrista provi a distrarre la gente per offuscare i successi del liberalissimo governo italiano con notizie bomba come quelle del sex tape di Avril Lavigne, delle crisi d'astinenza del povero martire delle Toghe Rosse Matteo Cambi ma soprattutto del sempreverde Umbertone Bossi che fa un gestaccio nei confronti dell'inno italiano, nulla può intaccare il grandi traguardi finora raggiunti dal governo di Milvio Bentruscoskij.
Ora con l'arrivo di Ronaldinho per il nostro magnifico esecutivo la strada è tutta in discesa, e per l'Italia si annuncia un futuro di pace e serenità.
Fabrizio Corona libero.

2 commenti:

fruskio ha detto...

Pensa se nel sextape della Avril fosse apparso un terzo incomodo vestito come Ronaldinho: sarebbe stata la fine del mondo. Tipo Armageddon.
Ma il Berluscolo avrebbe sicuramente infilato Beppe Grillo in un missile per spararlo contro chi minaccia le nostre tranquille esistenze. Nel mio scenario ipotetico-catastrofico sarebbero le stesse persone che curano l'immagine del nuovo giocatore rossonero.

Comunque vada, forza Milan.

:p

accento svedese ha detto...

Sarebbe stata una gag incredibile se oltre al tipo vestito come Ronaldnho fosse arrivato anche uno vestito come Maroni, magari intenzionato a controllare il permesso di soggiorno a lui e a Beppe Grillo. Un' apoteosi.