24 luglio 2007

ALTERNATIVE JET SET, TRASH AND NO STAR

E' estate, c'è un caldo infernale, si soffoca e tutto il resto. Ordinaria amministrazione, quindi. Ma pensandoci bene mi sono reso conto di una cosa: a differenza degli anni passati, quest'anno manca il tormentone estivo. Manca cioè una canzone che possa segnare questa stagione e possa farla ricordare negli anni per questo. In sostanza, se in futuro si penserà all'estate 2007 probabilmente non verrà in mente nessuna canzone in particolare. Peccato.
Non saranno quindi i giovanissimi Tokio Hotel ad entrare negli annali (a proposito, ma da dove saltano fuori e che cosa vogliono rappresentare? Io li trovo di una inutilità molto preoccupante, dunque adattissimi al nostro tempo, compreso il cantante che sembra una versione gothic di Michael Jackson), e nemmeno Mondo Marcio (che parla di vita di strada pur venendo da una famiglia molto agiata e pare sempre avere la bocca piena di dentifricio). Non saranno i soliti Elisa, Biagio Antonacci, Gemelli Diversi et similia, ormai da considerarsi vecchi dinosauri già bollitissimi. Manca anche la canzone-sorpresa, quella che nonostante il suo essere facile e paracula, porta in dote una certa dose di classe che le consente di ottenere il mio gradimento. Anche se a scoppio ritardato, come dissi in passato.
E' dunque un'annata atipica questa.
Però devo dire che Makes Me Wonder, il nuovo singolo dei Maroon 5, mi piace assai. Nonostante il cantante Adam Levine sia una delle persone più antipatiche sulla faccia della terra, nonostante un video assolutamente scontatissimo, la canzone è molto ben fatta, roba di qualità con tanto groove e bei suoni, puliti puliti. Qualcosa che non ascolto mai di mia spontanea volontà, ma che all'occorrenza non disdegno. Non ripeteranno mai più l'exploit avuto con This Love nell'estate del 2004, ma venderanno tonnellate di dischi. Ed un pochino se lo meritano. Meglio loro dei Tokio Hotel, senza ombra di dubbio. Almeno non sono finti.

24 commenti:

20nd ha detto...

Ma non e' vero! E' "Lost" dei Mary Onettes!

Manq ha detto...

Il singolo dei cinque maroni mi piace molto. Devo ammetterlo.
Però il pezzo di j ax è inarrivabile. Ha "+ stile".

accento svedese ha detto...

@ zonda: somiglianza sospetta? no problem. tanto i Maroon ci sono abituati. This Love aveva una somiglianza sospetta con I Will Survive di Gloria Gaynor. :D

@ manq: gran singolo quello dei Maroon. Quello di J- Ax è improponibile, come lui. I tempi di Così com'è sono finiti, purtroppo.
OT: ma si usa anche da voi la parola "maroni"? io pensavo che fosse solo un termine strettamente emiliano romagnolo! :D

Bluto ha detto...

J Ax sempre una spanna sopra tutti. L'anticonformista per antonomasia. Che stile!

:D

giac ha detto...

a me dicono che il tormentone radiofonico sia irene grandi, ma non frequentando da tempo quei luoghi uditivi non saprei proprio dire

Anonimo ha detto...

Che palle i Maroon 5 però.
(invece io ho sempre pensato che Mondo Marcio avesse le patate in bocca).

accento svedese ha detto...

@ bluto: in fondo è davvero anticonformista. Pur non avendo più nulla da dire ormai da anni, tenta disperatamente di rimanere al passo con i tempi, ma lo fa con classe. Un grande. :D

@ giac: forse sì, ma non riesce ad entrare nell'immaginario collettivo come riuscirono a fare le Las Ketchup 5 anni fa. :)

@ felson: un disco intero dei Maroon non lo reggerei, ma i singoli sono gradevoli (se ascoltati di sfuggita e non di propria spontanea volontà)

20nd ha detto...

Ho aggiornato il post ^^;

giac ha detto...

Proprio pochi giorni fa stavo commentando l'accoglienza entusiasta riservata a "this love" in un pub londinese, inserita in una rotazione di complessini da una botta e via e grandi classici.
La cosa interessante è che avendo probabilmente piu' le caratteristiche del complessino da una botta e via, era evidente come siano già percepiti come un grande classico.
In particolare credo siano tra quei gruppi agevolati dalla fruizione da spot pubblicitario (non necessariamente collegata ad uno spot tv, anche lo zapping radio o tv si basa sullo stesso principio): infatti difficilmente fanno un brano intero bello, ma sui 30 son molto efficaci.

giac ha detto...

per 30, intendevo ovviamente "trenta secondi"...

accento svedese ha detto...

Se This Love è già passata allo status di classico la dice lunga sul suo valore di tormentone! ;) Però per un pezzo di due anni fa è un pochino presto, effettivamente...
Il fatto dei 30 secondi è verissimo. I loro brani risultano più belli se ascoltati per caso, quando sono già iniziati da un po'. E non è un caso. E' perchè sono composti da tante "citazioni" di brani già sentiti. :D

20nd ha detto...

Diciamo che molto aveva fatto anche il video molto "accalorato" buttato in pasto ai fruitori di MTV a rotazione totale in pieno agosto.

La melodia e' decisamente accattivante. Canticchiabilissima. Faceva tutto quella. Il nuovo singolo e' abbstanza ignobile, il che mi fa concludere che ognuo abbia le sue botte di culo e se le debba tenere strette.

accento svedese ha detto...

Non è al livello di This Love, ma non è ignobile, dai... :D
This Love è talmente bella e ben fatta che sembra fatta in laboratorio, e poi è uscita proprio nel momento giusto. Una gran botta di culo.
Però a quanto pare i Maroon 5 in America sono ancora dei divi. Qui invece no, ma penso solo che sia colpa del nome. :D

20nd ha detto...

Negli USA c'e' anche American Id(i)o(t)l

20nd ha detto...

A parte gli scherzi, le canzoni sono molto belle. Potrebbe cantarle chiunque. Anche i Germs

Anonimo ha detto...

Comunque devo purtroppo dare ragione a Giac. Al lavor mi fanno ascoltare una delle radio più biecamente commerciali che esistano, e l'orripilante cosa (chiamarla canzone? giammai!) di Irene Grandi passa millemila volte al giorno (assieme a quella del tipo che canta in falsetto, Mika Pizz E Fiki)

accento svedese ha detto...

@ zonda: i Germs no. Non sapevano suonare. Una delle band più sovversive di sempre, una delle band più scarse tecnicamente della storia. Però mi piacerebbe che fosse possibile sentirli alle prese con i Maroon 5. :D

@ felson: hai detto bene. Quella di Irene Grandi è una cosa, non una canzone. Quella di Mika devo ammettere che è accettabile, però anche a me al lavoro capita di ascoltarla ed è insopportabile. Proprio perchè la programmano 100 volte al giorno.

20nd ha detto...

@ Felson: Oggi,fra l'altro, ho scoperto che la nuova leggenda metropolitana e' che l'abbia scritta Vasco Rossi, mentre in realta'... E' DEI BAUSTELLE. Era troppo bella perche' l'avesse scritta Vasco.

@ Federico: Non e' che ti confondi con i Tiny Cosi?

Firmato: uno spassionato ammiratore di Irene e Mika Kazzi

accento svedese ha detto...

Addirittura spassionato. :D
Però i Baustelle sono caduti un pochino in basso se hanno scritto un singolo per Irene Grandi... spero abbiano preso un sacco di soldi. Non vedo un'altra motivazione plausibile che possa spingere a fare una cosa del genere.

20nd ha detto...

Per me hanno fatto bene. Lei e' una brava cantante che ha preso troppe buche e, come per i Maroni Cinque, quando un pezzo e' bello e' bello punto e basta. "ma e' un'idea mia ©"

Anonimo ha detto...

@ Zonda: "MIka Kazzi"... ahahahahhaahahaha... ma stai cercando di spostare il discorso sulle sue preferenze sessuali?

accento svedese ha detto...

@ zonda: è un'idea tua, e ti devo dar ragione. Fa parte di quella schiera di miracolati che hanno ottenuto il successo e non sanno nemmeno come.

@ felson: per Mika una svolta house è dovuta. Con una voce del genere possono venire fuori cose eccezionali, ne sono convinto.

20nd ha detto...

@ Felson: Per carita'! Con dichiarazioni Rufuscentriche come:"Io detesto quella parte di omosessuali che va in giro truccata come clown vestita di pagjette con movenze da oca". Poi vai a vedere un suo concerto (di Ruf) e te lo trovi in calze autoreggenti e salopette!

@ Federico: Ho messo il "©" perche' era una recurring-gag di Kosgrow in "Freakazoid". Praticamente l'agente spiattellava al protagonista (Freakazoid, appunto) le soluzioni o le opinioni piu' geniali inimmaginabili tramite collegamenti logici a cui non sarebbe arrivato nessuno. Poi faceva una pausa e aggiungeva:"Ma e' un'idea mia". La cosa divertente e' che tranne queste esternazioni rivelatrici solitamente se ne usciva con considerazioni folli e ingenue del tipo:"Gli Egiziani erano dei geni. Riuscire a costruire le piramidi senza lasciare trasparire la minima traccia di calcestruzzo"

accento svedese ha detto...

Lui è un genio! ;)