05 giugno 2007

...AND JUSTICE FOR ALL

Mentre scopro che il suo blog si presenta in una nuova e sontuosa veste grafica, ecco qualcosa che potrebbe piacere anche a Don Spritz. E lo dico senza ironia, ma con la consapevolezza che i Justice potrebbero piacere davvero a tutti.

Nonostante la copertina del loro disco possa trarre in inganno, i Justice non sono satanisti e non suonano metal, ma semplicemente fanno musica che altro non è che un favoloso tributo ai tre immensi dischi dei Daft Punk. Il momento in cui in Phantom pt. 2 entrano gli archi è da lacrime di gioia, ma tutto il disco è roba geniale e di gran classe, che testimonia ancora una volta l'enorme importanza che Thomas Bangalter e Guy-Manuel de Homem-Christo hanno avuto sul resto dell'umanità.
L'influenza è palese ma i Justice riescono a suonare freschi e personali, ed un pezzo come D.A.N.C.E sta giusto lì a dimostrarlo. C'è chi l'ha definita la Gam Gam del nuovo millennio, io preferirei definirla una stupenda paraculata, ideale per rendere solari le giornate più scure. Proprio come Gam Gam, che ha però in sovrappiù quella patina di incoscienza tipica degli anni novanta.
In pratica, tanto per parlare chiaro e non usare giri di parole, D.A.N.C.E è molto meno truzza di Gam Gam, ma l'effetto finale è lo stesso. Buon divertimento.

6 commenti:

Zonda ha detto...

Rivelazione dell'anno insieme agli Ex-Otago e Bubblegun. Il video con le T-Shirt animate e' veramente spalato. Lo metterei sul sito se non fosse oldisismo. Imperante D.A.N.C.E. nella cassettina della macchina del mese. Non mi aspettavo che facesse crollare tutto lo snobbismo perfettino di genere degli indie-people, ricevendo un caloroso benvenuto su tutti i padiglioni auricolari.

Tony ha detto...

Quando entrano gli archi in Phantom pt II è delirio 70's ma con droghe del 2000!!

D.A.N.C.E. invece è il video del momento assieme a "Ankle injuries" di Fujiya & Miyagi: stessa visionarietà grafica e grande canzone.

Felson ha detto...

(OT: ovvio che tu sei di un altro livello, litighi con i fans dei Queen. Io al massimo con quelli dei Super-Ok! sebbene le accuse che mi si rivolgono siano un po' le stesse... :D)

federico ha detto...

@ zonda: è favoloso, come tutto il disco. Riesce ad essere nello stesso tempo indie e dance, nerd e snob, lo-fi e ricercato. Culto.

@ tony: grandissimi Fujiya & Miyagi... i Can fossero esistiti a fine anni ottanta e avessero vissuto l'esplosione delle house music avrebbero suonato così. Ankle Injuries è gran video...

@ felson: favoloso litigio il tuo! :D siamo sempre alle solite: ci sono persone che non accettano critiche al loro gruppo del cuore. Che siano i Queen o i Super Ok, non è tollerata l'ironia e si fa di tutto per difendere i propri eroi, senza capire che sono solo opinioni altrui e non frasi che pretendono di essere ola verità assoluta.

Alessandro Dorigato ha detto...

Video ipnotico a dir poco, mi ricorda un po (anche se non centra nulla) la sensazione che avevo la prime volte che guardavo quello di Seven Nation Army.

federico ha detto...

E' vero, un video che ti prende e non ti fa pensare assolutamente ad altro. Proprio come Seven Nation Army.