29 settembre 2009

LEA DI LEO WILL TEAR US APART



Voglio vedere il mio corpo che cambia nella forma e nel colore, voglio passare un giovedì sera davanti alla tv in attesa di vedere Alberto Pernazza vestito da coniglio-rapper a Chiambretti Night.

La trasmissione di Chiambretti è lenta e noiosa, Chiambretti è diventato lento e noioso, Pernazza se la cava benone ma ha troppo poco spazio (però in quel poco tempo che ha avuto a disposizione è pure riuscito a far ridere Vittorio Feltri), io rischio di addormentarmi perché il tutto va in onda ad orari in cui di solito si guardano i sexy show di Lea Di Leo sulle emittenti locali però l'importante è ciò che andato in onda sulle emittenti concorrenti prima e durante Chiambretti Night.

Su Raiuno andava in onda un Porta a Porta speciale dedicato alla tragica figura di Padre Pio con ospite la salma di Padre Pio (appena restaurata e dotata di una nuova maschera di cera, l'ideale per contrastare Chiambretti Night che schierava in studio due vere e proprie salme umane come Vittorio Feltri ed Alba Parietti), mentre in precedenza è andata in onda su Raidue la prima puntata di Annozero. Feltri e la Parietti ad Annozero non hanno scatenato polemiche, Padre Pio a Porta a Porta nemmeno (a dire il vero Padre Pio non ha fatto nulla per scatenare bufere, e se per questo non ha nemmeno aperto bocca), Annozero . Perché?

Perché c'è Marco Travaglio? Perché è condotto da Michele Santoro? Perché Annozero lo guardano in tanti e se questi tanti si incazzano per il governo è la fine? Perché il Vittorio Feltri che fa il gaggio in studio da Chiambretti è lo stesso Vittorio Feltri che fa una memorabile figura di legno durante un'intervista andata in onda ad Annozero? Perché giovedì scorso c'era ospite Riccardo il tarantolato, un assurdo mix in salsa bresciana tra Ricky Martin e Jean Claude Van Damme che compare pure in Videocracy e che è l'esatta dimostrazione di quanti gravi danni a livello neurologico sia in grado di produrre la televisione nei soggetti più deboli?

Io propendo per quest'ultima ipotesi, però mi pare un tantino esagerato voler aprire un'istruttoria perché Santoro (forse mosso a compassione) ha deciso di ospitare un poveretto che vuole diventare famoso a tutti i costi e dopo le memorabili parole pronunciate in trasmissione entrerà sicuramente nella storia d'Italia. È ben più grave mostrare Padre Pio senza chiedergli il permesso oppure mettere in piedi una trasmissione per consentire a Papà Silvio di far campagna elettorale sulle macerie dell'Abruzzo, è ben più grave fare cose del genere ed il giorno dopo apprendere che gli spettatori hanno cambiato canale in massa sintonizzandosi sui sexy show di Lea Di Leo.

E comunque Chiambretti Night dovrebbe condurla Alberto Pernazza, punto e basta.

4 commenti:

Sebas✞iano ha detto...

evviva albi

accento svedese ha detto...

Il primo che dice che Pernazza non dovrebbe starsene lì si becca un pernacchio. Gli auguro di sfondare, se lo meriterebbe.

strani ha detto...

io devo ancora capire se il tizio da santoro faceva sul serio o era una gag... non so e mi sfugge il motivo per cui sia stato chiamato in trasmissione...
cmq la borromeo era la numero uno

accento svedese ha detto...

Era serio, assolutamente serio. Procurati Videocracy e lo vedrai al meglio della sua forma. Purtroppo non recita, è così veramente.