16 settembre 2009

DONNA SUMMER, UOMO WINTER



Ci sono arrivato qualche sera fa mentre guidavo nella notte e l'autoradio suonava a volume discretamente elevato: I Feel Love di Donna Summer feat. Giorgio Moroder è una delle più alte forme di espressione dell'intelletto umano. Pura poesia, loop autistici di synth su cui si posa incerta la voce di Donna Summer, la voce sparisce e i loop si fanno ancora più autistici, drum machine che scandiscono il tempo in maniera autoritaria, la voce che ritorna mentre i synth proseguono ad interpretare il dramma. E avanti cosi per più di otto minuti nella extended version, un lasso di tempo che vorresti che non finisse mai e che effettivamente potrebbe dilatarsi all'infinito tale è la bellezza del brano in questione. Giorgio Moroder è un genio e Donna Summer ha saputo assecondare bene la sua genialità, punto e basta.

Mentre guidi e la ascolti il cervello molla gli ormeggi e se ne va, ma riesci lo stesso a mantenerti mentalmente vigile ed inizi a porti domande di varia natura e specie. Le domande si insinuano nella tua mente come un tarlo e trovare una risposta ad ognuna di esse è praticamente impossibile, visto che i neuroni ti hanno salutato ed hanno deciso di seguire i sintetizzatori di I Feel Love.

“Perché bevendo Coca Cola i dolori causati dalla sinusite cessano di colpo? Se è vero che Mauro Repetto è il Bez italiano, allora Max Pezzali è lo Shaun Ryder italiano e di conseguenza gli 883 sono gli Happy Mondays italiani? O forse è Cesare Cremonini ad essere lo Shaun Ryder italiano e nessuno se ne è ancora accorto? Perché Vittorio Feltri è ritenuto da tutti un grande giornalista nonostante i suoi editoriali siano scritti sfidando le regole della grammatica italiana? Ma Vittorio Feltri è un giornalista o è il fluffer del Presidente? Perché tutti si ostinano a non capire che il fatto che Giuliano Ferrara sia molto intelligente rappresenta un'aggravante? È vero che Giuliano Ferrara è il fluffer di Anselma Dall'Olio? Phil Anselmo è forse coinvolto nell'omicidio di Dimebag Darrell? Il Truceklan è davvero appannato oppure il nuovo di Noyz Narcos sarà un disco talmente prepotente da fugare ogni dubbio in proposito? Che siano vere alcune simpatiche leggende metropolitane che circolano su Gianni Morandi a.k.a. Scatman Gianni? Perché stanno tornando di moda capi di abbigliamento che erano in voga quasi vent'anni fa? Stiamo forse tornando negli anni ottanta? Tornerà Bettino Craxi? Michael Jackson è morto sul serio o è tutta una montatura imbastita dallo stesso per sfuggire ai propri debiti? Farà quella fine anche il Michael Jackson italiano o semplicemente scapperà ad Hammamet come fece Craxi? Negli anni settanta era più punk il punk o la disco music? Esistono ancora i FC Kahuna, che dopo aver dato alle stampe un disco della madonna come Machine Says Yes sono spariti dalla circolazione? Perché sono esistiti i Queen? Perché il nuovo singolo di Mika somiglia talmente a tante cose che appena riesco a rendermi conto di una somiglianza me ne scordo perché sono alle prese con la seguente? Qual'è il confine tra somiglianza e plagio? È più importante vincere o partecipare? La Red Bull ti mette le ali grazie al fatto che alcune delle sostanze in essa contenute sono potenzialmente illegali? Perché in Italia è possibile proiettare o commercializzare film porno mentre è illegale girarli? Perché un gruppo come i Negramaro riesce a riempire gli stadi? Perché tutti quelli che girano scalzi al Ferrara Buskers Festival hanno il padre avvocato o commercialista ma si ostinano ad atteggiarsi da fricchettoni?” E così all'infinito, dubbi esistenziali in loop autistico come i synth di I Feel Love.

Poi il brano termina e ciò che si fa largo nella tua mente è una cosa sola: la funambolica intervista ad Alessandra Amoroso apparsa qualche tempo fa su Vanity Fair. Puro delirio, da mandare a memoria per ridere anche quando dopo un paio di mesi la copia della rivista in questione sarà ormai già usurata e sarà finita nel cassonetto della spazzatura. Alessandra Amoroso riesce a fare la figura della cerebrolesa muovendo a compassione l'intervistatore (che in parecchi casi probabilmente ha deciso di non infierire evitando di farle domande molto più cattive), e regala alatissime riflessioni riguardo alla proposta della Lega di dare spazio alla canzone dialettale all'interno del Festival di Sanremo (“Sarebbe una gran ficata! Canterei in leccese”), alla politica (“Non rispondo a queste domande”), alla modalità adottata per scegliere chi votare alle elezioni (“Mi consulto con mio padre e vado”), alla legge 194 (“Non so cosa sia”), alla cosa più incosciente che ha fatto (“Non mi va di dirla”) al suo nuovo fidanzato (“Non parlo di lui”), a chi è l'autore di Gomorra (“Gomorra?” ... “Io vivo in un mondo tutto mio. Posso parlare solo di canzoni. E poi sono stata molto impegnata in questi mesi”), a Papi e Casoria (Cosa le fanno venire in mente queste parole? “Niente”), a chi è il proprietario di Sky (“E che ne so io?”), a chi è l'inquilino del Quirinale (“Chi c'è?), al credere in Dio (“Si. Tanto”) e al tempo che impiegherà a confessarsi la prossima volta che andrà in chiesa (“Dieci minuti. Sono buona, io. E anche simpatica”). Una vera intellettuale moderna.

Alessandra Amoroso ha vinto l'ultima edizione di Amici, ha venduto duecentomila copie con il suo disco di esordio ed ora batte il ferro finché è caldo e pubblica un disco nuovo. Sarà addirittura al fianco di Gianni Morandi a.k.a. Scatman Gianni nel suo prossimo show del sabato sera. All'ingresso di ogni Autogrill d'Italia le sue opere musicali vengono solennemente pubblicizzate come se fossero capolavori in vendita al modico prezzo di dodici euro, e per giunta sono poste vicino alla cassa per essere ancora più visibili ed indurre all'acquisto l'ignaro automobilista che magari vuole solo farsi un birra e Camogli in santa pace. L'Italia si merita personaggi come lei, non come Donna Summer che nel nostro paese è stata sempre snobbata o Giorgio Moroder che per essere capito dal punto di vista musicale ha dovuto emigrare prima in Germania poi negli States. Io non comprerò mai un disco di Alessandra Amoroso - né all'Autogrill né altrove – perché l'Italia è un paese di merda.

E I Feel Love riparte, ricomincia il flusso sintetico e ricominciano i dubbi esistenziali. L'automobile continua ad andare mediamente veloce, e solo la paletta della Polstrada potrà porre fine a questo stato di cose.

In Italia l'eccesso di velocità è sanzionato con multe salate e perdita di punti della patente, mentre l'eccesso di velocità di pensiero (al momento) non è ancora sanzionato.

6 commenti:

Luci ha detto...

Il titolo del post! Com'è che non mi era mai venuto in mente?! :-(
Oramai è tardi, non potròpiù usarlo per titolare un mio post. Ho perso.
Ora cerco di capire sta cosa dei Buskers, è il secondo blog che leggo oggi in cui vengono nominati e io non so di cosa si parli. Rischio di "amorosizzazione" medio/alto.

Matteo ha detto...

ho ascoltato i primi 5 secondi di mika e ho pensato...
perchè hanno messo 'heaven is a place on earth' di Belinda Carlisle?

che robe!
resistenza, AS, resistenza!
e free Morandi mangilam____

e cmq Moroder spacca, con il suo nome uscito direttamente dal signore degli anelli

Valerio ha detto...

Non ci ho mai pensato....effettivamente Repetto è il Bez italiano

Anonimo ha detto...

Voi milanesi la sapete lunga... dovresti scrivere su Vice. :)

accento svedese ha detto...

@ Luci: no, ti assicuro che è molto più amorosizzato lo spettatore medio del Ferrara Buskers Festival.

@ Matteo: Morandi è un atleta e mangia solo mediterraneo,tutto il resto è pura leggenda urbana. Moroder è la storia, non sembra nemmeno italiano.

@ Valerio: Bez però ballava meglio.

@ anonimo: caro anonimo, non sono di Milano. Quanto a Vice, ho mandato diversi curriculums ma non mi fan scrivere con loro, Non c'è verso, però resta sempre una bella rivista da milanese con vaghe pretese artistoidi (ed il fatto che io ne tenga sempre una copia in bagno da sfogliare durante le mie sedute sulla tazza sta lì a testimoniarlo).

Belguglielmo ha detto...

Moroder è il mio guru!