25 maggio 2009

CAZZI QUELLA GOMENA!

Siamo alle solite. La sinistra salottiera, giustizialista e soprattutto invidiosa tenta il complotto (questa volta facendosi aiutare addirittura da Barack Obama e Michail Gorbaciov), sfrutta male la sua enorme potenza mediatica e fallisce, perché se per far cadere Billy Ballo è costretta ad affidarsi ad un giovane gabber imbottito di pasticche significa che è alla frutta e chi è alla frutta immancabilmente fallisce. Anzi, il popolo giustamente non presta attenzione a chi è alla frutta e lo punisce nel segreto delle urne. La sinistra ha perfino organizzato una contestazione a Paolo Maldini, e tanto per cambiare ha fallito – così come ha sempre fallito nei cinquanta interminabili anni in cui ha governato l'Italia.

Ma andiamo con ordine e non divaghiamo. Una ragazza qualsiasi vuole sfondare anche se è minorenne. Vuole fare la modella e/o la soubrette tv ed allora manda un book fotografico ad Emilio Pedo, noto giornalista nonché fine conoscitore dell'universo femminile. Emilio Pedo studia la situazione, la illustra a Billy Ballo che si dimostra subito molto interessato. L'affare si farà, anche se ha le spalle strette – quest altr'anno giocherà con la maglia numero sette del Milan, al posto di Maldini che si è ritirato.
Poi però le cose prendono una piega strana: Emilio Pedo dimentica il book sul tavolo di Billy, che contatta subito la ragazza tramite Facebook ed intreccia con lei una relazione pura ed innocente. Nessuna segretaria. Nessun centralino. Solo schermo e tastiera, e più avanti telefonate, qualche giorno di corteggiamento poi l’incontro. Billy Ballo le dice che ha visto le foto; le dice che è stato colpito dal suo "viso angelico", dalla sua "purezza"; le dice che deve conservarsi così com'è, "pura".
E tutto questo avviene sotto gli occhi del fidanzato della giovane (appostato nei pressi del luogo dell'incontro per non perdersi nemmeno un attimo dello spettacolo) e della madre (che guarda tutto dalla finestra e chiama la piccola, questa passa il cellulare a Billy «Sono il fratello dell’amica la sto portando a casa nostra». La donna ci casca e ordina alla figlia di tornare a casa il più tardi possibile – non si sa mai che Billy riesca a farle fare la carriera che a suo tempo non è riuscito a far fare a lei).

Nulla di strano dunque, così come non è strano che Billy Ballo a Capodanno porti la ragazza in vacanza in Sardegna assieme ad altre trenta ragazze per la gioia del suo fidanzato gabber e che prima racconti in giro che è la figlia dell'ex autista di Bettino Craxi e poi ammetta di averla conosciuta su Facebook. La sinistra protesta e polemizza ma si attacca al nulla perché è in liquidazione e vuole nascondere le sue difficoltà. Rutelli purtroppo non se ne andrà per fondare un suo partito.

L'Italia è uno stupendo paese in cui vivere, è il paese in cui una cenerentola qualsiasi può arrivare alle soglie del Parlamento senza che la gggente si scandalizzi o presti minimamente attenzione al tutto. E non sarà di certo La Repubblica che imbottisce di pasticche un giovane gabber napoletano per intervistarlo e spingerlo a dichiarare il falso a rovinare questa favola moderna. Billy Ballo è innocente, ed un giorno o l'altro risponderà punto per punto alle accuse che gli vengono mosse dai soliti noti, personaggi che la Storia ha già sconfitto e messo nell'album dei ricordi.

2 commenti:

Federico ha detto...

Psichedelia pura! Gran pezzo Fede! L'Italia è un paese fantastico. Aggiungerei solo un "evviva l'Italia evviva la Bulgaria che ci ha fatto dono del pippero".

accento svedese ha detto...

Tira una bella aria. Qualcuno dalle parti del governo parla già di "governo di emergenza economica da approntare se l’argine degli ammor­tizzatori dovesse cedere per l’aumento esponenziale della disoccupazione, precipitando il Paese in una crisi socia­le".