21 marzo 2009

MONEY TALKS (YOU KNOW) / MONEY TALKS / DIRTY CASH I WANT YOU (DIRTY CASH) / DIRTY CASH I NEED YOU, OH

Secondo quanto si apprende da quel fogliaccio che risponde al nome di Metro – quotidiano free buono solo per incartarci le viscere del pesce che hai appena pulito, Giusy Ferreri si schiera dalla parte delle major e combatte il file sharing ed il download libero. Che poi nell'intervista a pagina 15 lei dica in maniera molto soft che non è brava con la tecnologia ed ama il supporto tradizionale, che il file sharing ha senso solo se fatto con materiale autoprodotto ma che comunque lei lavora con una major e non spetta di certo a lei prendere una posizione analoga a quella presa da certi artisti britannici non importa, tanto il titolone in prima pagina dice “Giusy Ferreri: Download libero? Io difendo le major” e dunque lei sta cercando di mettere il bastone tra le ruote a chi scarica musica e pertanto un giorno ne pagherà le conseguenze.

Giusy Ferreri, la miracolata, una che faceva la commessa in un supermercato ma poi è arrivata seconda ad X Factor ed ha fatto il botto, ed ora ogni volta che ti sintonizzi su una tv o una radio di regime stai sicuro che stanno passando lei, con quella sua voce così potente e quella sua aria da brava ragazza che sa scrivere canzoni che entrano nel cervello e non ne escono più. Ma poi, c'è una canzone di Giusy Ferreri che non somigli a qualcosa di già sentito da qualche parte in passato? Magari è per quello che ti resta in testa e non ne esce più, magari è solo che è talmente brava (o meglio, i suoi ghost writers son talmente bravi) a sintetizzare un campionario assortito di citazioni/o plagi facendoli diventare qualcosa dotato di vita propria vita che se sei un tipo che si ferma solo all'aspetto superficiale delle cose ti sembra di ascoltare musica nuova ed originale.

Oltretutto sembra un caso, ma Giusy Ferreri se ne è uscita fuori nel periodo in cui anche da noi spopolava la benemerita Amy Winehouse. Il vento che tirava era quello, ed allora i suoi discografici han cercato ed han trovato la versione italiana di Amy Winehouse, l'han lanciata, l'han pompata e le han fatto fare il botto, consentendola di invadere le classifiche ed entrare nel cuore degli italiani. Solo che alla fine ne è uscito un personaggio grottesco, praticamente Amy Winehouse con la peperonata al posto del crack, con tutto ciò che ne consegue in termini di controllo della mente del popolo italiano, controllo delle nascite e rottura di scatole di chi non ne può più di sentire la sua musica in giro.

Ed ultimamente ogni volta che si accende la tv e ci si sintonizza su Mtv, tra un sermone di Carlo Pastore ed uno di Jovanotti ci si imbatte nel video di Stai fermo lì (quasi un'esortazione – e dunque torna in ballo il discorso del controllo della mente del popolo italiano), il suo nuovo singolo che riesce a ricordarmi in un colpo solo Avril Lavigne, Return To Innocence degli Enigma, Things Can Only Get Better dei D:Ream suonata a velocità dimezzata, Always di Bon Jovi cantata da Mina imbottita di Valium e una tipa con il mal di pancia causato da una indigestione di peperonata che cerca di cantare per far passare il dolore. Proprio un bello spettacolo, però il video non è da meno, con tutto il carico di ribellione a buon mercato che si porta appresso: Giusy Ferreri amante abbandonata sfascia tutto e si dispera, e c'è pure la neve che cade in una stanza – malcelato riferimento alla cocaina che la Ferreri vorrebbe sniffare ma non può perché ha il naso otturato dalla peperonata che tira per sconvolgersi di brutto. Da impazzire di rabbia o da impazzire di gioia, non ci sono mezze misure.

Una donna potenzialmente in grado di dividere un paese e scatenare le sue pulsioni più profonde e nascoste, la Giusy (esemplari alcuni commenti al suo nuovo video su YouTube, qui riportati errori ortografici compresi: “Non capisco perchè c'è l'avete con questa ragazza, siete dei pecoroni non capite la musica”,  “questa fa solo pompini!!! “, “Giusy sei mitica, unica, the best questa canzone è la più bella fra tutte quelle che hai fatto e la tua voce è davvero fanasticha e le parole della canzone sono molto profonde e intense, credimi colpiscono al cuore ! COMPLIMENTI CONTINUA COSI' “, “la sua voce fà schifo, se nn avrebbe PRODUTTORI cn LE PALLE dierto queste canzoni, farebbe davvero vomitare... “, “molto bella ma tolto il ritornello... la base musicale è identica alla colonnasonora di kingdom hearts... ^^ “, “ma questa canzone e' copiata da una vecchia canzone? “, “quando si bona “, “Emh,scusate l'igoranza,ma...Sbaglio,o è dimagrita molto ? o.O Comunque,bella canzone ”), una donna che col seguito che ha potrebbe far cambiare mentalità a chi comanda l'industria musicale, solo che è meglio starsene calmi calmi, non prendere una posizione netta, incassare il cash e difendere gli interessi della casa discografica che ti permette di incassarlo. E magari ridursi pure a condannare pubblicamente il file sharing.

In definitiva, ha senso che una che vive di rendita sul plagio e/o sulla citazione prenda posizione contro il file sharing e per la difesa del diritto d'autore? No, ma chi se ne importa. L'importante è che un barista del mio Autogrill di fiducia mi abbia regalato il biglietto per la data di Giusy Ferreri il 24 marzo all'Estragon di Bologna. Non mancherò di certo, anche se a Giusy Ferreri preferisco sempre Giusy Consoli (e se per questo preferisco Giusy Consoli anche a Carmen Consoli, ma è un altro discorso) vale la pena di andare a farsi due risate, per giunta a spese di chi ti serve un ottimo caffè nelle tue tappe caffè pre-concerto.

9 commenti:

ArteDelNastrone ha detto...

E davvero andrai a sentirla all'estragon quindi? :D

Gilesteta ha detto...

Miglior commento: quello a riguardo di Kingdom Hearts.
Esilarante.

20nd ha detto...

Giu Fer. Non ti fa pensare ad altro?

disorder ha detto...

Se vai davvero, potrebbe uscirne il post dell'anno.

cru7do ha detto...

alcuni "artisti" scodinzolano bene a comando, quando hanno dei capaci addestratori ;-)

20nd ha detto...

Attendiamo un post sulla Carlucci...

accento svedese ha detto...

Ci sono andato sul serio, ed è stato peggio di quanto pensassi. Mi sa tanto che ci fosse pure il tipo del commento di Kingdom Hearts, perchè c'erano davvero cani e porci. Potrebbe pure arrivare un report qualora io trovassi la forza di scriverlo.
A certi shock è dura reagire.

JR ha detto...

da fonti ufficiali si arra di 250 paganti al concerto, confermi?

accento svedese ha detto...

Io c'ero e confermo. Più gente sul palco che nella pit, sensazione desolante. :)