12 luglio 2009

LA TESTA DEL CORTEO

Di solito l'interruzione di pubblico servizio è reato, ma interrompere/disturbare il Tg1 mostrando le chiappe in diretta tv per alcuni, lunghissimi secondi è un dovere morale. E vedere una scena del genere in diretta tv è un'emozione che un pochino ti ripaga di tutti i soldi spesi per il pagamento di quella ignobile (ed illiberale) gamella chiamata “canone tv”.
Il direttore del Tg1 Augusto Minzolini è un cameriere di Berlusconi, i tipi che han mostrato le chiappe al suo sistema di potere sono i miei nuovi eroi assoluti. Ovviamente le chiappe al vento sono state tagliate del filmato postato sul sito del Tg1 (avrebbero potuto inficiare la perfetta riuscita mediatica del G8, chi l'avrebbe spiegato alle casalinghe e ai casalinghi seduti di fronte alla tv che Berlusconi è andato in crisi per tre chiappe maschili?)
L'unico reato è utilizzare un servizio pubblico (sembra strano, ma la tv di Stato è ancora un servizio pubblico) come strumento di propaganda, e sfruttare la tragedia di un terremoto per farsi belli di fronte all'elettorato rappresenta un'aggravante di tale reato. Tutto il resto è game over (cit.).

6 commenti:

Federico ha detto...

Me lo ero perso... davvero stupendo! In settimana ho zigzagato fra un paio di TG: il TG1, e quello della TV svizzera in lingua italiana (La1). Sembrava non parlassero nemmeno dello stesso vertice. Da un lato Francesco Lecchino non faceva altro che elogiare i successi del vertice, che si ricordava essere presieduto dal Banana ogni 3 secondi. Dall'altro, si poneva l'accento sulle pacifiche proteste (dei non-no-global) e sulle mancanze del vertice, come quelle sottolineate dal presidente dell'ONU. Ah, ma in Svizzera sono tutti comunisti!

Gaetano ha detto...

Bellissimo!!! I nuovi leader del PD devono essere loro!

tommygun ha detto...

La cosa magnifica è che il cameraman aveva capito tutto, ed infatti mentre i tre si slacciano i pantaloni lui non si muove di un millimetro.

Poi ha dovuto zoomare e tagliarli fuori, sennò i gerarchi del TG1, con a capo mr B., lo avrebbero reso partecipe di una delle sue fmose torte, ma oramai il grosso era fatto!

Ma in ogni caso, lui (il cameraman) è la cosa che più si avvicini all'opposizione in Italia in questo momento...

accento svedese ha detto...

Il cameraman ha dovuto riparare in Svizzera, ove proverà ad organizzare la lotta clandestina al regime berlusconiano. E' bastato aver fatto credere di avere indovinato l'organizzazione del G8 ed i festini a Villa Certosa sono spariti, e con essi l'opposizione (intenta a capire se ammettere o no Beppe Grullo alle primarie del Pd). Credo che non ci resti altro che votare per le chiappe degli eroi che le hanno mostrate al tg1, per il cameraman o, in alternativa, raggiungere lo stesso in Svizzera.

delrio ha detto...

Grandissimi! Anch'io me li ero persi, non guardo più la tv ormai. La cosa più bella la faccia schifata della giornalista...

accento svedese ha detto...

Dovrebbero far vedere la mia faccia schifata ogni volta che mi imbatto nel tg1.