28 giugno 2009

RINGRAZIO dIO DI ESSERE VISSUTO NELLA TUA STESSA EPOCA (cit.)

Nel ringraziare le migliaia di persone che in queste tristi giornate di fine giugno hanno preso d'assalto queste pagine per cercare cose a caso come “maicol gecson”, “canzoni di maicol gecson”, “michael jackson fa luce” e “silvio berlusconi naked pics”, mi permetto di fare alcune riflessioni – che tanto queste pagine sono mie ed ogni tanto posso permettermi di essere totalmente autoreferenziale, cazzo.

Son tre giorni che Mtv dedica l'intera sua programmazione a Michael Jackson. Video, speciali, interviste, videomessaggi, sms da casa, marchette... tutto in memoria del re del Pop, una sorta di apoteosi in onore di un personaggio che era decaduto/deceduto ormai da cinque (otto?, dieci?) anni e che sopravviveva artisticamente solo in filmati d'epoca simbolo di un passato che fu e purtroppo per lui non sarebbe più tornato. Assistendo impassibile al triste spettacolo, vien perfino da pensare una cosa: ma quando morirà Silvio Berlusconi (si spera più tardi che mai, altrimenti senza il Joker d'Italia chi riuscirà più a farci ridere? Chi ci renderà più allegre le giornate con filmati esclusivi relativi a feste esclusive sniffing tra le cosce di bambine esclusive?) cosa succederà? Che faranno in tv? Credo che dovremo sorbirci due settimane di spezzoni di filmati relativi ai suoi incontri con i Grandi della Terra, i trionfi del Milan, i figli neri di Baresi (uno di Gullit ed uno di Weah), i trionfi elettorali, le toghe rosse, Iva Zanicchi, le canzoni con Apicella, il Contratto con gli Italiani sulla scrivania da Vespa, Giacomo Crosa, Giuliano Ferrara che presenta Lezioni d'amore ecc. ecc., ma non ne sono così certo. Magari si vedranno solo parate militari et similia. Chi vivrà vedrà.

Michael Jackson. Maicol Gecson, dicevo. È morto, ed è questa la morte la morte simbolo degli Anni Zero. Non si scappa. Gli anni settanta hanno avuto John Lennon e Ian Curtis, gli anni ottanta hanno avuto Freddie Mercury, gli anni novanta Kurt Cobain e Bettino Craxi. Fino a qualche giorno gli Anni Zero non avevano ancora avuto alcun morto da poter ergere a proprio simbolo assoluto, ma Jacko pare proprio la figura ideale per rappresentare degnamente questi anni, la più tragica, la più vera. In fondo questo decennio fondamentalmente è un decennio che non fa altro che riproporre cose già viste e sentite in passato rielaborandole per renderle digeribili anche alle nuove generazioni, e cosa potrebbe ergersi a simbolo se non la morte di un personaggio come Michael Jackson, un uomo che provava disperatamente ad inseguire i fasti del suo passato ed è stato schiacciato dai demoni di un passato che non riusciva più a raggiungere? Un uomo che aveva venduto milioni e milioni di dischi e provava a riemergere in un'epoca in cui nessuno compra più musica e i dischi stanno sparendo, sostituiti da files musicali? L'ultima vera stella del firmamento musicale, che provava a riproporsi in un'epoca in cui esistono solo stelline che indovinano un singolo e sono già in orbita, ma dureranno solo una stagione e verranno sostituite da altre stelline, altri replicanti che ripropongono qualcosa di già visto e sentito senza che nessuno se ne renda veramente conto. Ci mancherà, ma ora piantiamola con l'intera programmazione di Mtv dedicata a lui.

8 commenti:

be kind rewind ha detto...

detesto romperti il cazzo ma freddy mercury mi è morto il 24 novembre 1991.
lo so perché c'ero!

accento svedese ha detto...

Grazie della segnalazione ma non è un refuso.
Gli anni novanta cominciano in realtà nel 1992 (cerimonia delle Olimpiadi di Barcellona, nel momento esatto in cui parte la canzone di Caballè-Mercury) e finiscono nel 2001 (crollo delle Torri Gemelle). Dunque, a mio avviso il 1991 è ancora pieni anni ottanta. E poi, chi più di Freddie Mercury è simbolo degli anni ottanta? :D

be kind rewind ha detto...

scusami se non sono tarata sul tuo mondo.

Sacco ha detto...

Ciao, perdonami se sono off topic. Mi chiamo Sacco e sono l'amministratore del blog cinematografico Angolo Film.

Che ne pensi di uno scambio link? :-)

Fammi sapere.
http://angolofilm.blogspot.com/2009/03/blogroll-siti-e-blog-amici.html

Gilesteta ha detto...

Gli sarebbe convenuto morire 10 anni fa.

Alli ha detto...

In questo fine settimana jacksiano mi sono chiesta invece perché allmusic non abbia fatto altrettanto. Vabbè, fatto sta che beat it mi si è incollata ai timpani, e io non l'ho mai nemmeno ascoltato. (vostro onore, controlli pure il mio profilo lastfm se lo ritiene necessario)

be kind rewind ha detto...

Perché all music la comandano dei burattini.
Cioè praticamente è un disco che qualcuno di fortemente sottopagato mette a inzio mese ed è già programmato per i successivi 30 giorni.
Non c'è spazio per i colpi di scena.

accento svedese ha detto...

Di Michael Jackson sono belle le cose dal 1978 al 1982. Dopo Thriller è finito, dopo Bad è morto. Quello che ha cercato di andare avanti era un manichino che non ci stava più dentro. Ripeto, era già morto vent'anni fa, solo che doveva ancora rendersene conto.
Mtv ha finito la tre giorni commemorativa, Allmusic ne ha fatto solo uno, Studio aperto ha confezionato un servizio utilizzando come sottofondo Maicol Gecson della Paolino Paperino Band, la salma verrà esposta, sono uscite foto scattate due giorni prima della morte- nella didascalia sul Corriere c'era scritto sembrava in forma, mentre in foto aveva il naso palesemente posticcio.
Ciao Maicol, ci mancherai.