11 giugno 2008

IL BEL PAESE

Un intero paese fermo davanti agli schermi a guardare la partita, un intero paese che piange e si dispera dopo la rovinosa sconfitta. Addirittura qualcuno chiedeva a gran voce una spremuta d'orange, è finita tre a zero per l'Olanda ed una bestemmia echeggia nella vallata. L'Italia è una Repubblica fondata sul gioco del calcio, ed ora c'è già chi dopo una partita chiede la testa di mister Donadoni. Misteri della fede.
Che la serata sarebbe stata negativa lo si è capito subito dall'agghiacciante divisa verde indossata dal portiere Gigi Buffon (a memoria d'uomo, una delle più brutte che siano mai state avvistate su un campo di calcio da almeno trent'anni a questa parte). L'Italia è riuscita a prendere gol pure da un tale che si chiama più o meno Wesley Snipes, e non ha fatto praticamente nulla di sensato per reagire.
Una nazionale che è l'emblema perfetto del nostro povero Paese, fatta di fighetti che reagiscono solo se vengono offesi, che giocano solo per il cash e che se vengono sostituiti dopo aver collezionato una figura barbina dietro l'altra hanno pure il coraggio di stupirsi (Materazzi, che ieri sera sembrava un difensore centrale della Spal ma quando lo hanno richiamato ha sgranato gli occhi per la perplessità). È il Paese del “non sono stato io”, del “c'è figa qui?” e del “Francia o Spagna basta che se magna” e lo si vede anche da piccole cose come queste, non si scappa.

A nulla è valso il tardivo ingresso in campo dell'immenso Antonio Cassano: troppo tardi, ormai la frittata era fatta e anche il suo genio puro non poteva più fare nulla. Negli spogliatoi avrà sicuramente sfasciato qualche porta e preso a schiaffi il massaggiatore per la rabbia, ma intanto in campo non ha potuto dimostrare il suo valore. Povero Cassano, lo boicottano perché gli altri suoi compagni sono belli e lui no. I soliti bolscevichi lo trattano come Calimero perché vogliono mettere i bastoni tra le ruote a chi come lui ha fatto tanti sacrifici per arrivare dov'è arrivato, i soliti invidiosi di chi i suoi soldi se li è sudati tutti. Ma si rifarà, ne sono sicuro. È forte, è maturo e soprattutto ha la necessaria stabilità mentale per farcela, dunque il futuro per lui e per la nazionale non può che essere in discesa. Basta crederci, ma intanto la rata è sempre alta e la tassa è sempre lì. I problemi reali del Paese non scompaiono di certo grazie ad un gol.

(feat. SimoMerli)

6 commenti:

Lollodj ha detto...

Certo è che non si può portare una squadra di over 30 a una competizione mondiale, e le abbiamo prese da undici ragazzini che correvano come i matti. Ma quando anche i grandi Gattuso o Pirlo andranno in pensione, saremo obbligati a fare una squadra di 22enni... ma senza esperienza e saremo di nuovo da capo.

Goldo ha detto...

KUDOS!
tutto vero!

hai ragione dalla punta dei capelli alle unghie dei piedi, tranne che per Cassano, che mi par bollito.

accento svedese ha detto...

@ lollodj: io non seguo il calcio, però da quanto ne deduco siamo alle solite. E' una vita che ci sono Gattuso e Pirlo, le squadre italiane soo più impegnate a comprare stranieri che ad investire sui giovani. E i risultati si vedono, e si vedranno ancor di più quando Gattuso e Pirlo saranno in pensione.

@ goldo: Cassano non è bollito. E' che non lo fanno giocare, e quando gioca tira fuori un colpo di genio ma poi con una cazzata vanifica tutto. :)

vittorio ha detto...

Vabbè se metti in campo il centrocampo del milan...cioè se l'anno prossimo si fa la uefa un motivo ci sarà no? Tieni fuori De Rossi quando la Roma è arrivata a un pelo dallo scudo ed è l'italiana che è andata più avanti in ciensions, metti su materazzi che poveretto nn è mica più quello del mondiale...la vedo dura. Fra due anni comunque con amauri, balotelli e Rossi e un po' di ricambio di gente che ha rotto il cazzo rivinciamo il mondiale. Ci lamentiamo della gerontocrazia e poi tutti fanno giocare i giovani tranne noi. Siamo un paese di merda dio cane!

Simone ha detto...

Uff, in questo periodo detesto il calcio pure io. Insomma, ho sempre più l'impressione che sia un sistema per distrarre facilmente l'opinione pubblica. Per guardare 11 cretini superpagati che non fanno nulla. Oddio, anche i ministri sono superpagati e non fanno nulla, ma almeno quelli sono più di 20 :)

accento svedese ha detto...

@ vittorio: per me l'ideale era far giocare la squadra campione d'Italia, solo che nell'Inter sono tutti stranieri e non so se si possa. Allora rischiam di uscire subito. :D

@ simone: hai colto il punto. E' un sistema per distrarre l'opinione pubblica, un sistema che la distrae così tanto che la gente ragiona come fossimo in una gigantesca partita di calcio.