02 maggio 2008

LA MIA VITA VIOLETTA

È ufficiale: il gruppo più sottovalutato di tutti i tempi sono i Test Icicles. L'ho deciso io qualche tempo fa, e non c'è alcun verso di farmi cambiare idea. Un solo disco, uscito nel disinteresse generale nel 2005, un album che è stato capito da tutti parecchio tempo dopo e che ha portato la band al giusto successo di critica soltanto dopo lo scioglimento.

La critica snob ha capito tutto precisamente giusto quando il nascente (e fantomatico) movimento musical-culturale new rave ha fatto sue tante intuizioni che i Test Icicles avevano avuto parecchio tempo prima, ed allora è corsa subito a recuperare For Screening Purpose Only, tessendone lodi postume dopo averlo allegramente stroncato ai tempi dell'uscita. Un disco talmente sovrabbondante e sopra le righe che al primo impatto aveva spaventato pure me che ho cattivo gusto da vendere, ma che poi mi ha letteralmente folgorato, imprigionandomi tra le sue trame così semplici eppure così complesse. Screamo, noise, hardcore (in qualunque senso si voglia interpretare questo termine) eurodance, scorie electro varie ed assortite, personalità da vendere, sprezzo del pericolo e di tutte le convenzioni completano il quadro. A volte sembrano in bilico tra farlo e non farlo ma poi decidono di rischiare e suonano talmente pacchiani da rasentare l'imbarazzante, ma un attimo prima di cadere nel precipizio del ridicolo si fermano e cambiano completamente le carte in tavola, già pronti a sviluppare un altro riff, a spingere sull'acceleratore, a sfogare un altro po' di rabbia sputandotela in faccia. Una band sfortunata, che non ha avuto neppure un briciolo del successo che avrebbe meritato. A modo loro i Test Icicles sono stati dei precursori, e non se li è filati nessuno. Succede.

Ed oggi, il geniale Dev ha deciso di essere campione alla velocità della luce, mentre gli altri due onesti carneadi stanno forse bruciando soldi al Residence Le Rose o più probabilmente si aggirano strafatti di keta in qualche discoteca londinese, come due simbolici Paul Smith e Michael Coby che hanno annusato per un attimo il successo senza assaporarlo mai realmente. Uno su mille ce la fa, loro non ce l'hanno fatta. Peccato.

18 commenti:

Valido ha detto...

Tutta 'sta rivalutazione e' vera e fa davvero strano.

(pero' shhh... il successo non e' che lo meritassero piu' di tanto... le idee c'erano, ma da sole non bastano, e la realizzazione era e rimane a dir poco deboluccia... e io sono uno di quelli che, sulla base degli unici due pezzi carini, il disco l'aveva comprato...)

onan ha detto...

la penso come valido.

Lollodj ha detto...

Cepita spesso ai precursori di sparire superati dai loro "discepoli". Mi vengono in mente ad esempio i Venom o i Faith No More, gente che ha creato uno stile e un genere ma che è sparita poi nel nulla (o quasi).

braian ghei ha detto...

"Screamo, noise, hardcore (in qualunque senso si voglia interpretare questo termine) eurodance, scorie electro varie ed assortite, personalità da vendere, sprezzo del pericolo e di tutte le convenzioni completano il quadro."

Vediamoli un po', caro lei.

Screamo: urlato, aggressivo? Tipo... "Gimme The Prize" o "Hitman" per intendersi. E uno.

Hardcore: di fatto, "We will rock you" nella versione veloce del live e' da considerarsi l'inizio dell'hardcore. E due.

Eurodance: "Hot Space". Un disco intero, non aggiungo altro.

Scorie electro varie: "The Works" in lungo e in largo.

Personalita' da vendere, rifiuto delle convenzioni ecc: beh, li' c'e' tutta la discografia e la vicenda umana a testimoniarlo.

Di chi? Ma dei mitici Queen, che ancora una volta si confermano l'alpha di ogni tendenza musicale venuta in seguito, alla faccia di voi fighetti di merda.

Lollodj ha detto...

Ripensandoci un momento: non sarà mica a causa di un nome decisamente sbagliato che i testicoli qui non sono andati da nessuna parte? :)

accento svedese ha detto...

@ valido e onan: la rivalutazione fa strano perchè secondo me il successo lo avrebbero meritato sul serio allora, non adesso a cadavere freddo. A me il disco piace un sacco, è schizzato e violento, con una produzione che a volte sembra addirittura approssimativa ma che ci sta proprio a pennello. Magari forse con una produzione di un James Ford qualsiasi le ottime idee avrebbero avuto maggior risalto, ma così va già molto bene. Questione di gusti... ;)

@ lollodj: il nome è uno dei più brutti che potessero scegliere, ma la musica spacca sul serio. Non siamo al livello degli inarrivabili Faith No More (uno dei meglio gruppi di tutti i tempi) ma questi sono stati davvero dei precursori nonchè geni incompresi.

@ braian ghei: mi stupisco di come io in tutti questi anni non sia stato in grado di comprendere la grandezza assoluta dei Queen, il primo vero gruppo mattone della storia. Immarcescibili, dovrò rivalutarli.

giac ha detto...

grazie del link a lightspeed champion perche' mi devo informare meglio ma potrebbe esserci decisamente del buono da quelle parti.
e poi faccio il vecchio "ah i tempi dei fnm..."

Valido ha detto...

Braian Ghei ha dimenticato di dire che i Queen, con la Bohemian Rhapsody, hanno inventato anche l'Opera lirica. Davvero, prima non c'era, giuro!
E gli omosessuali. Prima di Freddie Mercury erano tutti, TUTTI etero.
Fighetti di merda.

braian ghei ha detto...

Valido, non esageriamo ora. I Queen hanno per primi unito la lirica con il rock e il pianoforte, questo si, e l'hanno fatto in maniera geniale (del resto sono geni), ma non posso dire che l'abbiano inventata loro la lirica. Io, che mi intendo di arte e dunque anche di lirica, penso che i Queen siano stati gli unici musicisti del '900 a scrivere qualcosa di altrettanto significativo che la grande musica classica e lirica dei tempi passati.

Valido ha detto...

Hahahahahahaha... Braian, il genio sei tu :D

Sapevate che nessuno aveva pensato che fosse possibile unire il rock al cinema prima dei Queen di "Flash Gordon"? Giuro! Da allora visti i risultati ancora si pensa che non sia possibile, ma questo e' un altro discorso.

cru7do ha detto...

circle triangle square ancora campeggia nel mio lettore. non c'è verso di farla sloggiare.
a volte restano

accento svedese ha detto...

@ giac: è roba davvero bbbona, approfondiscila... Lighspeed Champion è a modo suo geniale, roba che solo uno che si è fottuto il cervello può avere il coraggio di fare dopo aver suonato roba come i Test Icicles.

@ braian ghei e valido: hanno inventato i cori da stadio con We Will Rock You, hanno inventato il cattivo gusto con la pettinatura di Brian May (ed i suoi zoccoli con i quali era solito andare sul palco), hanno inventato il film Highlander con il brano I Want It All.

@ cru7do: falla restare, è un dovere morale.

Felson ha detto...

Freddy Mercury ha inventato i baffi! Prima di allora nessuno sapeva cosa fossero.
Fighetti glabri di merda.

Felson ha detto...

Ups, Freddie non Freddy. Mi perdoni Braian Ghei!

Valido ha detto...

I Queen sono i Campioni. Prima di loro alle gare non vinceva mai nessuno!

(basta, apriamo un blog di facts sui Queen)

Niccolò ha detto...

Valido: spettacolare, i facts sui Queen! Ce ne vorrebbe anche uno sui Bitolz pero'! :)

Valido ha detto...

Sapevate che Freddie Mercury ha inventato l'aspirapolvere nel video di "I want to break free"? Poco dopo tutti quanti hanno prontamente sostituito le loro scope, ma prima il brevetto non c'era mica... lo so perche' mi intendo di arte, e dunque anche di aspirapolveri.

accento svedese ha detto...

Se qualcuno aprisse il blog con i facts sui Queen mi farebbe molto felice. ;)