18 maggio 2008

IL SEGRETO DI PULCINELLA

The Devil, You + Me, il nuovo album dei Notwist, è una vera bomba. Necessita almeno di tre o quattro ascolti esplorativi per essere capito del tutto, ma poi ci entri dentro e non ne esci più. Un disco che è puro dramma umano - nel senso che per quanto è bello mi vien da piangere ogni volta che lo ascolto - profondamente diverso da Neon Golden eppure altrettanto bello. Chi lo sottovaluta, o, peggio, lo definisce un esercizio di stile si sbaglia di grosso, o almeno così credo. Ma, non essendo ancora ufficialmente uscita sul mercato, la versione di The Devil, You + Me che ho ascoltato è presente solo nella mia mente e dunque è frutto della mia immaginazione, per cui non so nulla di come sarà realmente il disco.

A proposito di Notwist, il loro sito internet dice qualcosa a riguardo di una data in luglio a Ferrara sotto le stelle. La voce girava da tempo ed ora anche il sito del festival conferma, ma a questo punto non so se crederci davvero. Ho addirittura il sospetto che la mia mente abbia immaginato anche una cosa del genere.
I Notwist gratis a due passi da casa posso averli solo sognati. Ad ogni modo però io ci sarò, staremo poi a vedere che succede.

6 commenti:

Braian Ghei ha detto...

Vorrei che tu mi dicessi almeno UNA, UNA sola cosa dei Notwist che non e' stata anticipata nettamente dai Queen. Voglio vedere se ci riesci.

Kekule ha detto...

La cartella dell'album nuovo dei Notwist mi guarda minacciosamente dal desktop da ormai 6-7 giorni, e non riesco ad aprirla.
Dei Notwist ho sentito robettina oleole che non mi è piaciuta, ma anche sleeptronica che mi è piaciuta, quindi ho paura di ascoltarlo.

ma ora mi ci metto, dai.

PS: non avrei mai pensato qi Queen, come ceppo familiare dei Notwist.

spcnvdr ha detto...

E' puro dramma umano, verissimo.
Altrochè esercizi di stile!

Me ne sono reso conto improvvisamente ascoltandolo nei giardini della UAM di Madrid, mentre contemporaneamente leggevo "Van Gogh il suicidato della società" di Artaud.

Brividi, paurosamente.

accento svedese ha detto...

@ braian ghei: i Queen non sono crucchi, con tutto ciò che ne consegue - cattivo gusto nel vestire, capelli incredibili. Piano... e Brian May allora? come non detto. Non ci riesco.

@ kekule: aprila e non te ne pentirai. Se ti piace il lato più sleeptronic questo disco ti piacerà. Applicati con impegno, e ne trarrai gran giovamento.

@ spcnvdr: un disco difficile da capire al volo perchè c'è tutto un mondo dentro, ma che in prospettiva diventerà un super classico. O almeno così spero.

Kekule ha detto...

Ci ho provato per ben 12', poi non ce l'ho fatta e l'ho cancellato in preda alla furia :(
E niente dai, evidentemente non era l'album dei Notwist per me. Dal mio hd è scomparso insieme all'ultimo dei Matmos, perché se fai musique concrète, non devi essere ironico, cacchio!

accento svedese ha detto...

Peccato! speravo che ti piacesse! :D