27 settembre 2008

GOD SAVE THE QUEEN / THE FASCIST REGIME / THEY MADE YOU A MORON / POTENTIAL H-BOMB

Così a quanto pare Mario Borghezio è diventato un perseguitato politico. A Colonia non lo hanno fatto parlare e non gli hanno nemmeno servito una birra, e lui ha sfruttato l'occasione ed ha fatto la vittima. Mi faccio una pera o mi bevo una Peroni? Sinceramente non lo so, però quella di Colonia è stata fatta passare dai media di regime come una vera e propria umiliazione gratuita ad un uomo che a quanto pare nella vita di tutti i giorni è leale e generoso, solo che gli altri non lo capiscono ed allora se la prendono come lui solo perché come Calimero è piccolo e nero.
Dunque Borghezio Calimero, come si dice ultimamente in giro. Però intanto il suo Q.I. non si è alzato di un millimetro e lui ha ancora più gradimento da parte del suo pubblico di riferimento. Sarebbe stato meglio farlo parlare per ore ed ore, ridergli spudoratamente in faccia e poi sommergerlo di una non meglio identificata sostanza corporea marrone (utilizzando enormi ventilatori per rendere lo spettacolo ancor più realistico), avendo cura che le immagini dell'evento facessero in poco tempo il giro del mondo. Un'umiliazione pubblica, una vera e propria gogna mediatica per un uomo che se potesse metterebbe alla gogna ogni diverso, per la gioia dei suoi fan più accaniti. Purtroppo però Borghezio anche questa volta l'ha fatta franca. Sarà per la prossima.
Borghezio d'altronde è come i Queen: tanto osannato dai fan, tanto stroncato dalla critica. E dunque quasi sicuramente Marione sarà il 28 settembre a Milano (a Roma no perché Roma è ladrona) a gustarsi il concerto della fantasmagorica band inglese, che si è inaspettatamente riformata ed ha assunto la denominazione di “Queen+Paul Rodgers” per rendere il tutto più prestigioso. I Queen hanno pure fatto un disco nuovo, che sarà fuffa sopravvalutata come tutti gli altri loro dischi ma tanto venderà milioni di copie, ché la nostalgia è canaglia e lo zoccolo duro è duro a morire. Ci sarà da divertirsi parecchio, ne sono sicuro.
Paul Rodgers lo pagano bene, Roger Taylor e Brian May ci sono, manca il bassista John Deacon che ha avuto la dignità di non partecipare a questo ignobile teatrino, risparmiandoci un bel po' di sofferenza. Ma tanto Deacon non sapeva suonare e dal vivo non si sentiva proprio, per cui il suo posto potrebbe essere preso da Sid Vicious o Mario Borghezio ed il risultato sarebbe esattamente lo stesso. Ecco già ce lo vedo Borghezio, dimagrito e con i capelli tinti di nero pece, imbracciare un Rickenbacker da vero Lemmy Kilmister wannabe e suonare assieme ai suoi nuovi amici ad uno qualsiasi dei tanti raduni di Pontida che si tengono durante l'anno solare. Roba da transennare la zona e chiamare la Protezione Civile per evitare spiacevoli inconvenienti, roba da non dormire mai più la notte a forza di ridere. Ma purtroppo siamo nell'Italia del 2008 ed i miracoli ormai non avvengono più. La gente non capirebbe.

18 commenti:

niccolo' ha detto...

Senti, va bene tutto, ma "Lemmy" e "Borghezio" non possono stare nella stessa frase, a meno che il primo non fracassi un pitale colmo d'antimateria fecale in testa al secondo.
Ma a me dispiace soprattutto una cosa: che ora Paul Rodgers verra' iperconosciuto per essere "quello che ha preso il posto di Mercury, maledetto, sbroc sbroc", e non per essere una delle piu' belle voci del rock e che i Queen ai Free e ai Bad Company non gli legavano neppure le scarpe.

pibio ha detto...

...mentre Paul Kossof si starà girando nella tomba, vedendo cosa minchia combina Rodgers...

Robert Plant ha detto...

John Deacon non sapeva suonare il basso? E tu, lo sai suonare?

accento svedese ha detto...

@ niccolò: secondo me Lemmy farebbe veramente così con Borghezio, ma non ne sono del tutto sicuro.
Quanto a Paul Rodgers, è triste che verrà ricordato come cantante che ha preso il posto di Mercury nei Queen. Però per soldi si fa questo ed altro...

@ Pibio: mi sa tanto di sì, poveretto.

@ Robert Plant: bentornato! certo che lo so suonare, come Borghezio e Sid Vicious.

Robert Plant ha detto...

Grazie per il bentornatol. Il post su Borghezio era ironico immagino, giusto? Ma il parallelismo coi Queen non lo sembra affatto ed appare invece più come una forma reiterata di scherno usata per ridicolizzare il personaggio in questione assieme ad un gruppo che per te ha i stessi requisiti. Sinceramente comincia un pò a stufare e forse sarebbe meglio cambiare repertorio, non ti pare? Oppure un pò vuoi provocare in modo da attirare i fan per animare la discussione?
Sei un bassista... perfetto. Che mi dici delle linee di basso di Deacon in The Millionaire Waltz? Vicious le saprebbe suonare?

accento svedese ha detto...

Il post era ironico, ma il parallelismo Borghezio-Queen era violenza gratuita, messa lì giusto per rompere le uova nel paniere.
Il repertorio è questo, non si scappa: Queen, Zucchero, Morgan, Capezzone, Dini, Grignani, Cremonini, Carlo Pastore, Berlusconi, Calderoli, emo, Britney Spears, Andrea Pezzi, il Nongio, e le new entries John Mc Cain, Sarah Palin. Sarebbe ora di aggiornarlo, ed infatti ho in serbo nuovi personaggi da infilare nel teatrino dell'assurdo. Va da sè che la provocazione è sempre cosa buona e giusta.
Secondo me The Millionaire Waltz l'ha scritta Vicious. Chiaro che la sa suonare.

niccolo' ha detto...

Credo che Lemmy lo ignorerebbe, oppure lo manderebbe a fare in culo qualora Borghe' lo invitasse a suonare a qualche raduno pensando sia "dei loro". Anche se forse Sborghezio inviterebbe solo gruppi di folk lombardone, e quindi il problema non si porrebbe.

Felson ha detto...

Lemmy direbbe: "Questo ha tirato più di me".

Cody ha detto...

Paul a casa. Doveva continuare Brian. Beacon certo che sa suonare il basso, ma rispetto all'ecletticita' degli altri non spicca decisamente per genialita'. Un duecentinaio di brani e ti rimane impresso solo per il giro di "Undere PRessure" e "Another one bites the dust". Un onesto e bravissimo mestierante, rispetto agli altri, sempre attivi anche in melodie e cori, un po' li' per caso. Cmq bravo!

Cody ha detto...

"Beacon" era ironico. Il nostro microgruppo di fan dei Queen l'ha sempre affettuosamente chiamato cosi'.

Goldo ha detto...

Gran bel post, ma sei una gatta morta, pestare sul tasto queen per ottenere bimbiminkia che ti scassano le palle e ti alzano l'hype.

accento svedese ha detto...

@ niccolò: bella l'immagine di Borghezio mandato affanculo da Lemmy.

@ felson: secondo me è una bella lotta.

@ cody: i giri di basso di Another one bites the dust ed Under pressure sono mitici. Me ne ero quasi totalmente dimenticato. Beacon non è poi tanto scarso, è solo che qui si ride e si scherza. :D

@ goldo: chiaro. Ogni tanto è necessario toccare certi tasti, fa bene allo spirito. :D

Anonimo ha detto...

Il tuo livello di stupidità nella realizzazione di questo commento è talmente grande che non basterebbe l'intera rete per esaurire il disgusto che si prova nel leggerti. Questo parallelismo tra politica e musica non ha alcun fondamento logico (sempre se sai cosa sia la logica), perchè i Queen mai furono impegnati in politica. Ma del resto da uno che ritiene John Deacon incapace di suonare non ci si può aspettare nessun ragionamento appena sensato. Ascolta i dischi dei Queen prima di scrivere simili amenità: un conto è la libertà di dire ciò che si pensa; altro discorso è aprire bocca per il puro gusto di provocare con argomenti sciocchi e ridicoli. Esprimere un giudizio lapidario come il tuo, assolutamente infondato e privo di critica seria, di idea ragionata e argomentata è il sintomo chiaro della tua profonda ignoranza tanto in musica quanto in politica.

Zonda ha detto...

Di' la verita' bastardo. L'ultimo commento te lo sei scritto da solo :D

accento svedese ha detto...

@ anonimo: grazie per i complimenti. Un Giuliano Ferrara wannabe come me non può che apprezzare frasi del genere.

@ zonda: purtroppo no, anche se lo avrei voluto tanto. :D

Anonimo ha detto...

mi sto pentendo di risponderti perchè con questo post idiota vuoi solo guadagnarti il tuo miliardesimo di secondo di notorietà..venire insultati è sempre meglio che venire ignorati! vero?!quello che voui è l'attenzione e tante risposte che puoi avere con facilità solo provocando...insultarti è uno spreco di tempo (e anche rispondere lo ammetto)...

accento svedese ha detto...

Semplicememte scrivo ciò che mi va senza pensare alle conseguenze. E rido rileggendo ciò che scrivo.

Anonimo ha detto...

ah, beata ignoranza, all'inizio mi ha fatto un po' girare i cosiddetti, ma come ha detto un altro anonimo, sei solo in cerca di notorietà! hehe!
è bello vedere come sei bravo a criticare e a dare giudizi, ma scommetto che sotto sotto, a parte questo, sei un totale incapace, sia come bassista che come "pensatore". si perchè, come bassista direi che solo dalle tue frasi si intuisce, per il pensatore... non hai la capacità di "mediare", non sapresti fare una discussione civile (specie politica, ho idea), senza passare alle offese...
oh cielo, che abbiamo nella nostra società...