05 agosto 2007

IL NONGIOVANE, QUELLO VERO

Daniele Capezzone e gli opposti che si attraggono.

3 commenti:

onanrecords ha detto...

Io mi sono sempre sentito molto vicino ai Radicali.
Sono stato iscritto e ho spesso contribuito economicamente alla loro sopravvivenza.

Ho smesso di farlo quando è diventato segratario Capezzone. E' stato il mio modo di manifestare il dissenso. Lo reggevo solo a Markette.
Intelligente sì, ma un primo della classe insopportabile. Il Radicale più genuinamente distante dalla sinistra che io ricordi.

AndreaP ha detto...

Questa dell'avvicinamento ad A.N. non la sapevo proprio, l'ultima tristezza di un uomo gia' decisamente triste. Insopportabile fino a volergli mettere le mani addosso, un esemplare decisamente rappresentativo della nostra beneamata classe politica.

federico ha detto...

@ onanrecords: Capezzone non lo capisco proprio. Molto intelligente, a volte ha idee geniali ma assolutamente impraticabili, e spesso questo per colpa sua. A volte penso che sia colpa del modo di porsi, quel suo voler essere sempre al centro dell'attenzione che porta a far passare in secondo piano quello che dice.

@ andreap: è tutto vero quella di AN, purtroppo. :) Mettergli le mani addosso no, però polemizzare molto aspramente con lui sì. :D