15 maggio 2007

VOLEVAMO ESSERE I RADIOHEAD

Kele Okereke è un gran sborone. Non trovo altri termini per definire un musicista che smette di suonare perché dal pubblico un burlone gli ha spruzzato un pochino di acqua, si incavola e fa un cazziatone a qualcuno di indefinito, poi gioca a fare il tipo saggio e ricomincia esattamente dal punto in cui si era interrotto. Quello che è successo mentre i Bloc Party stavano suonando I Still Remember è stato proprio questo. Ora, in una situazione del genere se hai le palle fai finta di nulla, oppure decidi di fermarti sfidando il pubblico e te ne vai dal palco. Ma non ha nessun senso fermarsi per poi riprendere in quel modo. Si cade nel ridicolo.

Episodi a parte, quello dei Bloc Party sabato all'Estragon è stato complessivamente un bel concerto. Il locale era completamente sold out ma fortunatamente il pubblico non era composto solo da ragazzini ma era parecchio eterogeneo, segno che il gruppo riesce nell'impresa di accontentare i tipi più disparati di ascoltatori ed ha raggiunto ormai grande popolarità. Che abbiano raggiunto grande popolarità lo si capisce anche dal fatto che la serata sia iniziata prestissimo con l'esibizione ad orario pasti dei Biffy Clyro, il gruppo che li accompagna per questo tour. I Biffy Clyro si sono dimostrati godibili perchè dotati di una particolare caratteristica: sono onestissimi ed innocui ma somigliano a qualsiasi cosa che si sia sentita in campo alternative dal 1992 al 2001. Hanno suonato quaranta minuti ed in ogni pezzo le influenze erano perfettamente riconoscibili. In loro sono riuscito a riconoscere i Nirvana come i Deftones, i Pearl Jam come gli At The Drive-In, i Millencolin(!) come i dEUS. Un piccolo bignami degli anni novanta. In un altro contesto probabilmente un gruppo del genere non l'avrei apprezzato troppo, ma sentiti così hanno finito per piacermi assai.
Dopo un breve intervallo per il cambio della strumentazione, caratterizzato da una selezione musicale a base di tech-house in cui è addirittura spuntata fuori (con mia somma soddisfazione) Pump Up The Jam dei seminali Technotronic, è venuta l'ora degli attesissimi Bloc Party.
Mi aspettavo molto da loro e la mia fiducia in fondo è stata ripagata. Hanno suonato bene e hanno dimostrato di essere molto bravi tecnicamente, eseguendo per la gioia del pubblico pagante gran parte dei loro due album e nessun inedito. Il buon Kele, cioè colui che teoricamente pareva dover essere il vero punto debole del gruppo, nonostante la spocchia e l'antipatia se l'è cavata bene, dimostrando di essere un ottimo interprete e di possedere una voce molto più versatile che su disco, anche se la sua presenza scenica lascia un tantino a desiderare (in poche parole, è talmente legnoso da risultare addirittura imbarazzante). Non c'è stato il tanto temuto effetto Klaxons e sono riusciti a rendere bene i pezzi facendo muovere senza sosta il culo al pubblico, dimostrandosi una macchina da guerra ben rodata.
Forse fin troppo rodata, visto che tutto appariva perfettamente calcolato e hanno finito per risultare un tantino freddi. Hanno eseguito bene il compitino e nulla più. Mancava quel pochino di sporcizia ed imprevisto che poteva far diventare ottimo quello che è stato solo un buon concerto. Scontata la scelta di fare i piacioni e rientrare due volte sul palco, scontata la scelta populista di eseguire I Still Remember come bis per prendersi ancora più applausi. Ma credo siano solo errori di gioventù. Hanno tante potenzialità e sono pienamente convinto che meritino la fama raggiunta. A Weekend In the City è un bel disco ma assolutamente interlocutorio, un disco che è servito loro per capire dove vogliono arrivare. Se non si bruceranno prima o non preferiranno la facile fama sapranno regalare grandi cose. Li vedo come i più credibili eredi dei Radiohead e prevedo che avranno una svolta elettronica prima o poi. Meglio prima, se non vogliono rischiare di cadere nel dimenticatoio visto che il genere comincia ed essere un tantino inflazionato. Dovranno avere solo molto coraggio e lasciare che a guidarli sia il bassista Gordon Moakes, colui che mi sembra essere la vera testa pensante del gruppo.
Invece, a Kele Okereke servirebbe sicuramente non il ruolo di leader del gruppo, ma solo un bel bagno di umiltà. Gli gioverebbe senz'altro.

36 commenti:

Zonda ha detto...

Bella rece.

Tony ha detto...

Ben scritto, però non mi toccare i Biffy, "Saturday superhouse" è in heavy rotation sul mio Ipod da un paio di mesi ed è un pezzo che consiglio vivamente.
Peace...

Cosucce Psicotrope ha detto...

mi fanno caccare sangue.
preferisco renato zero, di gran lunga!

Cosucce Psicotrope ha detto...

io non guardo domenica in!! mi è tornata la zero-mania perchè in sti giorni c'è mia sorella a casa che è una sorcina!

federico ha detto...

@ zonda: grazie! ;)

@ tony: approfondirò i Biffy, mi sono sembrati parecchio interessanti! ;)

@ cosucce psicotrope: a me piacciono i Bloc Party, anche se mi rendo conto che c'è di meglio. Ma mi piacciono, come Renato Zero. Non ci sarebbe nulla di male a guardare Domenica In perchè c'è lui ospite, ma ti credo. ;)

Zonda ha detto...

Voglio chiarire che mi e' piaciuta la rece, non i blog parties :P

blago ha detto...

io spero che A Weekend In the City sia un disco interlocutorio come dici tu perche' silent alarm secondo me e' stato uno degli esordi piu' interessanti degli ultimi anni (almeno nel suo genere) mentre il secondo lavoro fa piu' o meno cagare.

federico ha detto...

@ zonda: avevo immaginato che i Bloc Party non ti piacessero... :D

@ blago: il secondo è molto bello per me. Il problema è che verrà sempre confrontato con il primo e ne uscirà sconfitto. Conto molto su un prossimo grandissimo album. Per me potranno dire ancora molto.

Zonda ha detto...

Si'... tipo "un party" :D

Alessandro Dorigato ha detto...

sono d'accordo con blago su Weekend in the city, a mio parere niente di che...c'era molto di più in silent alarm...fortuna che adesso ho finalmente messo le mani sul nuovo disco dei Black Rebel Motorcycle Club

comunque blog trovato per purissimo caso, farò visita più spesso

federico ha detto...

Molto bello il nuovo Black Rebel Motorcycle Club, lo sto ascoltando a ripetizione e mi piace sempre di più! Quanto al blog, benvenuto! e torna spesso, mi raccomando. ;)

daniele ha detto...

Mi era arrivato un comuncato stampa di V2, cestinato solo per il titolo: "BAGNO DI FOLLA PER I BLOC PARTY!"
Pare che il bagno se lo sia fatto Kele, invece... :D

federico ha detto...

Proprio per quello l'hanno intitolato così. :D
A parte gli scherzi, bagno di folla è uno dei titoli più squallidi che io abbia mai sentito. :D

Fuso ha detto...

ecco cosa succede quando uno è un mongolo....Kele nn ha interrotto l'esecuzione per un po d'acqua ma perchè la gente si è messa a fare crowd surfing su un pezzo come i still remember allora ha detto di calmarsi sopratutto in rispetto delle ragazze presenti..riferito in maniera particolare alle poverette davanti a me schiacciate alle transenne..che si sono beccate una pedata da un aspirante crowder...la prossima volta prima di scrivere un idiozia portati un dizionario di inglese.........questa è un'altra stupidata come quella sentita da altri che dicevano che addirittura suonavano in playback....io spero che le persone abbiano un minimo di spirito critico per potersi difendere da che dice boiate come questa quì....tanti saluti

Fuso ha detto...

Ltra stupidata quando han fatto il bis di I still remember???? 6 sicuro di esserci satato al concerto??? il pezzo con cui hanno concluso del tutto il concerto è stata pioneers...be complimenti per l'attendibilità...e poi se ti sta sul cazzo Okerere lo dici e ne prendiamo atto perchè è veramente ridicola la tua recensione...il tui caro Gordon è lo stesso che dice che l'ispirazione dei bloc party arriva proprio dalle idee di Kele...so you are a clown man...

federico ha detto...

Ma lo sa tua mamma che fumi almeno?
io sul blog scrivo quello che pare. Non ho la pretesa di scrivere la verità assoluta, quindi posso anche permettermi di criticare i Bloc Party. Punto e basta.
Ah dimenticavo... non stai scrivendo su un cellulare, quindi impara a scrivere tutte le parole intere e non abbreviate prima di dare consigli riguardanti i dizionari di inglese.

federico ha detto...

e un'altra cosa riguardante lo spirito critico: impara ad avere spirito critico e a riconoscere che possono esistere anche persone che si permettono di criticare i bloc party, rispetta la loro opinione.non c'è bisogno che tu li difenda a spada tratta, tanto i soldini a fine concerto li hanno presi lo stesso. Anche se kele mi sta sul cazzo. :D
e poi chi ha mai detto che hanno concluso con i still remember??? ho detto che l'hanno suonata come bis... era il penultimo pezzo. al concerto c'ero, non ti preoccupare.

Fuso ha detto...

Caro federico io sul blog scrivo come mi pare perchè di certo non sei una persona di cui mi debba preoccupare in materia di linga... ho la netta impressione che tu nn c'eri perchè il bis di i still remember nn c'è mai stato caro il mio sapientone!!!!! come la stronzata dell'acqua....sei un quaquaraqà la penultima song è stata Helicopter...i bloc nn sono il mio gruppo preferito nn li difendo a spada tratta tu piuttosto mi sembri uno che fa il fenomeno ma alla fine non quaglia un cazzo e dice boiate...ho letto anche quella sui Klaxons...ero al rolling a vederli sono stati bravi hanno suonato decentemente...sarà che dalle vostre parti i gruppi danno il peggio di se (ma non credo prorpio penso piuttosto che la gente come te abbia dei pregiudizi su qualunque cosa arrivi)
Che tu sia libero di dire ciò che vuoi non lo metto in dubbio alla fine le cazzate le dici tu è un paese democratico l'italia, c'è spazio anche per quelli come te stai tranquillo...

Fuso ha detto...

Per quanto riguarda il rispetto...ti posso dire che se avessi scritto " i bloc mi hanno fatto cagare, Okerere non lo sopporto e non mi sono divertito per un cazzo...oppure hanno suonato male" non ti avrei nemmeno lasciato un commento oppure avrei scritto che non sono daccordo...ma siccome la tua recensione ha una serie di menzogne...il rispetto va a farsi benedire...potevi scrivere in maniera soggettiva tutti gli insulti che volevi che non me ne sarebbe fregato niente...quindi non è in questione il mio o il tuo spirito critico (leggi bene se non ti è chiaro il primo commento) è l'attendibilità dei fatti che tu racconti ad essere messi a giudizio visto che al concerto ero presente e non c'ero solo io...

federico ha detto...

Dunque... fammi capire... tu eri a Bologna a vedere il concerto? perchè quando i Bloc Party sono tornati sul palco hanno suonato I Still Remember. Se poi tu per bis intendi l'ultimo pezzo... beh, non ci posso far nulla.
Quanto alla "stronzata sull'acqua", ammetto di aver frainteso quello che Kele ha detto, visto che non ero nelle prime file può succedere. Non mi sono di certo messo in prima fila per non perdermi nemmeno una sua scorreggia come quelcun'altro avrà sicuramente fatto... quanto alla sospensione per le pedate dell'aspirante crowder, è un'aggravante. Ai concerti succede, e Kele dovrebbe saperlo. :D
Non ho detto che i Bloc Party hanno suonato male, mentre l'ho detto dei Klaxons... che c'è di tanto male? è solo un giudizio soggettivo, che in quanto tale si presta a tante interpretazioni. Buon per te se i Klaxons ti sono piaciuti, io ho trovato che abbiano suonato proprio da cazzo.
Tranquillo che a vedere i Bloc Party c'ero,,ma non pretendo assolutamente che quanto ho scritto sia considerato da tutti la verità assoluta. Ma nemmeno una falsità assoluta.
Quindi attenzione a usare la parola "menzogne": mi pare che ci sia un'altro che la usa spesso quando viene detto qualcosa che non gli va a genio. E' basso ma ha i rialzi nelle scarpe per sembrare alto, si pettina con il catrame ed ha fatto il trapianto dei capelli. E' stato pure Presidente del Consiglio... Piuttosto, meglio non dire nulla che accusare gli altri di dire menzogne. e non dire nemmeno che al concerto non c'eri solo tu. Al concerto non c'ero nemmeno solo io, e tanti la pensano come me sul concerto, ma non mi nascondo dietro a questo per dire che ho ragione. E' populismo, un'altra caratteristica dell'ometto di cui ti parlavo sopra.
Senza offesa, ovviamente. ;)

Fuso ha detto...

"Non trovo altri termini per definire un musicista che smette di suonare perché dal pubblico un burlone gli ha spruzzato un pochino di acqua, si incavola e fa un cazziatone a qualcuno di indefinito, poi gioca a fare il tipo saggio e ricomincia esattamente dal punto in cui si era interrotto." questa a casa mia si chiama menzogna poi tu la chaimi come vuoi, qui racconti un fatto...quello del burlone che spruzza l'acqua...che non esiste...te lo sei inventato di sana pianta....sulle opinioni tue non me ne frega assolutamente niente....è il raccontare un fatto inesitente che è grave chiunque fosse stato il gruppo o evento o quello che vuoi tu! il fatto che uno si guarda il concerto ad un chilometro o attaccato al culo della band non centra nulla col raccontare frottole...ti ho già detto che c'è gente che era distante e diceva che quando hanno smesso di suonare si sentiva il nastro uno lo può dire che è una sua impressione non può dire che i bloc sicuramente hanno suonato in playbeck perchè è falso o per lo meno non accertabile con sicurezza...questo è quanto penso...è questione di correttezza secondo me non nei confronti dei bloc ma nei confronti delle persone che magari non c'erano.

Fuso ha detto...

"Quello che è successo mentre i Bloc Party stavano suonando I Still Remember è stato proprio questo."

cito le tue parole...questo mi sembra molto + in stile Berlusconi...tu dici di non pretendere di aver scritto la verità eppure a me sembra proprio il contrario...

federico ha detto...

Faccio il sospettoso anche io: come mai sei andato a vedere i Klaxons a Milano e i Bloc Party a Bologna? non è che i Bloc Party li hai visti a Milano e della data di Bologna parli per sentito dire dopo aver letto in giro su qualche blog? :D
Quando si iniziano a citare frasi virgolettate non è mai una bella cosa, si finisce per cercare in esse oscuri significati e si perde il senso del tutto.
L'impressione che ho avuto io da dietro è che si fosse fermato per l'acqua, non ho capito cos'ha detto e quindi ho scritto così.
Però il cazziatone l'ha fatto lo stesso e poteva risparmiarselo.
Non è che questa tua polemica è solo una scusa perchè ti riga che abbia sfottuto Kele?
Poco male comunque, la cosa non mi cambia tanto la vita.

Fuso ha detto...

Io sn di varese ma ho la fidanzata bologna e...ecco perchè ho visto i klaxons al rolling e i bloc a bologna...per quanto può valere...ti posso dire con molta tranquillità che stimo Okereke ma ciò non vuol dire che non sono critico...prima di andare al conerto ho ascoltato per settimane un concerto live dei bloc del 2007 trovato su emule e quando ho sentito alcuni brani mi sn messo le mani nei capelli perchè stonava di brutto e the Prayer era ridicola...ho avuto quindi un po di timore perchè sentivo aria di cantonata...fortunatamente non è stato così.
Ti ripeto per l'ennesiam volta che il fastidio rigurda le cose che ti ho citato...potevi e puoi dire ciò che vuoi però abbi la cortesia di metere in dubbio quando non sei sicuro perchè visto che ti piace scrivere e rendere pubblico devi aspettarti che se dici una cosa non corrispondente a realtà qualcuno ti venga a farti una cazziatone se così si può chiamare.
Apprezzo le persone critiche ma devono essere prima critici della propria persona e del proprio operato.
Se no non ha senso.

Non mi sembra che ti abbia detto qualcosa relativa al fatto che Kele è stato fermo. io non la penso come te ma se questa è la tua impressione pace.

Fuso ha detto...

ho citato perchè così magari noti la differenza tra prima "Quello che è successo mentre i Bloc Party stavano suonando I Still Remember è stato proprio questo." e dopo "L'impressione che ho avuto io da dietro è che si fosse fermato per l'acqua, non ho capito cos'ha detto"
il primo è dire con certezza un fatto il secondo è onestà intellettuale...non ci voleva tanto mi sembra! e sarebbe stato molto + corretto...se scrivi e pubblichi devi tutelare chi legge se vuoi essere corretto...poi fai come ti pare

federico ha detto...

Guarda, non ho la pretesa che quello che scrivo sia oggettivo e nemmeno che sia interpretato in maniera univoca. Sono solo impressioni che ho buttato giù dopo il concerto. E non è colpa mia se ero convinto che si fosse fermato per l'acqua e l'ho scritto.
Cosa devo fare, non scrivere più nulla perchè qualcuno potrebbe dire che è sbagliato quello che scrivo? E allora scrivo, poi ne accetterò le conseguenze.
Accetto ogni forma di critica e mi piace lo scambio anche acceso di opinione, ma quando si offende mi sta sulle scatole, e non poco. Se ti fossi posto in una maniera diversa e non dandomi del mongolo avrei reagito in maniera diversa. Tutto qui. ;)

Dalal ha detto...

C'ero anche io al concerto dei Bloc Party a Bologna e ho visto anche io tirare l'acqua sul palco. E' successo più volte. La mia impressione, ed ero abbastanza lontano, è stata che Kele Okereke si fosse fermato proprio dopo che gli avevano tirato l'acqua la terza o quarta volta. Chi era lontano come me ha evidentemente interpretato così anche se a quanto pare è andata in un'altra maniera.

Fuso ha detto...

io e te mi sa che proprio non ci intendiamo o fai quello che non capisce....per me puoi scrivere quello che vuoi...abbi la cortesia di distenguere i dati di fatto dalle considerazioni personali...la pena è prendersi del mongolo o del cialtrone da chi ti può smentire..che sia io o che sia qualcun altro...federico...non ti ho detto che secondo me nn devi scrivere ti ho detto tutt'altro.

Dalal: vedere e sentire sono due cose diverse...tu hai visto gettare l'acqua ma kele ha detto il motivo dello stop song....poi uno può supporre che il motivo sia quello che dici tu ma supporre è una cosa essere certi è un altra...

federico ha detto...

Non era un articolo. Punto e basta. A questo punto libero di interpretarlo come vuoi. Suppongo che tu voglia fare la punta ai chiodi all'infinito.
Ehi, ho detto suppongo. Tranquillo.

dalal ha detto...

@fuso Infatti è proprio quello che ho detto: da dietro ho avuto l'impressione -uguale non posso essere sicura- poi evidentemente è successo tutt'altro. Qui nessuno ha mai avuto l'intenzione di raccontare una bugia, anche perchè veramente non vedo cosa potrebbe venire in tasca a me o federico il voler affermare che keke okereke abbia fatto una cosa piuttosto che un'altra. Semplicemente ho visto i lanci di acqua e sentito che keke okereke diceva che occorre rispetto, non capendo il resto e ho interpretato i fatti così, credendo che fosse accaduto veramente, in buona fede. Poi se tu puoi smentirmi ben venga e ne sono contenta. E per farlo non c'è bisogno di offendere nè di essere aggressivo come ti sei comportato con federico.
In un commento affermi che i lanci di acqua sul palco siano un fatto inesistente e invece è successo più volte: dovrei per caso dire che racconti menzogne??? Posso invece pensare che ti sia sfuggito.
p.s. confermo che i still remember sia stata suonata dopo il rientro sul palco

Fuso ha detto...

dalal:... non mi sembra di averti bacchettato o di aver discusso con te su quanto scritto sul "pezzo" "articolo" "recensione" "pensiero", o come lo volete chiamare,di federico.
Quanto ho scritto mi sembra + che chiaro...la rete è un luogo pubblico ognuno è libero di scrivere ciò che vuole in mala o buona fede...non è un problema che mi rigurda...o meglio io leggo e poi se è il caso dico la mia...che sia dura,che sia sgarbata o che sia civile dipende da ciò che leggo...
a casa mia si usa bis quando uno entra e fa un unico pezzo in aggiunta alla scaletta...vedi Pioneers...i still remember è stata la canzone iniziale della seconda trance.....poi se da voi bis è qualcos'altro francamente non me ne può fregar di meno...sono abituato a dare un peso alle parole quindi se una cosa si chiama con un nome cerco di usare quello e non di confonderlo...se uno rientra su un palco e fa altri 5 6 pezzi non li chiamerò di certo "bis". poi naturalmete c'è sempre il dizionario...
per sta storia dell'acqua...io non l'ho vista verso il palco...ed ero sotto...tu l'hai vista e fai bene a dirlo...ma è molto + relativo questo aspetto..rispetto al dire tutta la storiella sullo stop della canzone quando anche i sassi hanno capito cosa ha detto Okereke...

Fuso ha detto...

federico quando le persone ti scrivono bella recensione...non gli dici mica che il tuo non è un articolo dici "grazie"....poi quando qualcuno ti dice che quello che hai scritto non è veritiero ci tieni a puntualizzare che non è un articolo... devi chiarici un po questa tua doppia valenza...critico in erba o sempice blogger? bà

federico ha detto...

Blogger in erba, direi.
A questo punto ognuno intenda quello che scrivo come vuole. Non ho mai preteso di essere interpretato in maniera univoca, e nemmeno di essere infallibile. Ti ripeto, accetto ogni tipo di critica ma essere offeso mi sta sulle balle.
Quella del bis proprio è una perla: per tua informazione si usa bis per ogni pezzo suonato dopo il rientro. Se loro hanno suonato due pezzi dopo il rientro, tecnicamente hanno suonato due bis. Poi per consuetudine si usa dire utilizzare il termine bis per indicare tutto il gruppo di pezzi suonato dopo il rientro.
Per come la metti tu, avrebbero fatto bis e tris. Ma mon è così, dato che sono rientrati una sola volta.
Visto che vuoi fare il pignolo e parli di attendibilità, mi metto a fare il pignolo anche io. :D
Tu non bacchetti mai nessuno, fai solo delle sottili distinzioni sul significato dei termini. A quanto pare se tutti seguissero queste distinzioni, non si dovrebbe più scrivere nulla.
Ma tu sei proprio certo che Kele abbia fermato il concerto per cazziare i crowders? :D

Fuso ha detto...

federico ti sbagli...sono rientrati 2 volte se non mi credi cerca di trovare degli altri articoli o pareri) per quello cio che tu intendi per bis bisogna associarlo a Pioneers!...hanno diviso il concerto in 2 trance con una pausa prima di i still remember...non so + come spiegartelo!!!
si bacchetto sulle parole perchè poi il risultato è quello che hai fatto tu: scrivi qualcosa di molto simile ad un articolo (quindi le persone quando leggono pensano di essere di fronte ad una recensione)
quindi uno potrebbe credere abbastanza fedelmente a ciò che tu dici se li non c'era(vista la maniera in cui racconti)...poi ritratti su alcuni punti nei quali ti ho espresso dissenso...andando avanti ritaratti tutto dicendo che in fondo non è una recensione.
Il punto è sempre quello: il rispetto per coloro che vengono su internet e si trovano di fronte al tuo pezzo!cosa devono pensare se non hanno un mezzo per dire che ciò che dici è vero o falso? è tutta questione di correttezza federico scrivere ciò che si vuole è corretto però sarebbre gradito anche un minimo di tutela...poi fai come vuoi io posso solo incazzarmi con quelli come te e dirgli la mia.
Se tu scrivi sulla parete di casa tua nessuno ti dice che quello che hai scritto è vero è falso è scorretto immorale goliardico o quello che vuoi....ma se scrivi in internet sarebbe un grande passo se le persone scrivessero in maniera molto + chiara di quanto hai fatto tu! se è un articolo un tentativo di recensione o quello che vuoi lo dici con molta tranquillità e se è una cosa che assomiglia ad un resoconto di un fatto dovresti mettere tutto ciò che è accertato e accertabile magari dando un occhio in giro...il resto se lo vuoi mettere devi specificare in maniera chiara che è una tua opinione o che non ne sei certo e non lasciare le interpretazioni agli altri(o dicendo che è sottinteso che ognuno la pensa a suo modo ed è libero di interpretare) perchè in questa maniera tu puoi sempre ritrattare le cose che hai scritto...e questo è tipicamente italiano. non lo trovo giusto e romperò sempre i coglioni di fronte a queste cose.

Fuso ha detto...

Si sono sicuro...quando ho dei dubbi mi mettto a cercare...se ne hai su ciò che ti dico non hai che da accertari.

Le parole non sono mai a caso perchè se così fosse useremmo poche decine di vocaboli...se si fosse + accorti molti equivoci si potrebbero evitare nel nostro caso è il termine "bis"...perchè per il resto di cui abbiamo discusso non è una questione di termini ma di maniera in cui si scrive e di fatti accertabili o meno.
hai un modo di difenderti che è proprio l'essenza di noi italiani:
" e allora non scriviamo +"
NON TI HO MAI DATTO DI NON SCRIVERE....E NON LO DIRò MAI A NESSUNO.
c'è differenza tra dire "non scrivere minchiate" di cui non sei certo al 200% e "non scrivere"!!!

federico ha detto...

In breve:
- ammetto di essermi sbagliato nel commento precedente... è passato parecchio tempo dal concerto e non ricordavo bene: i bloc party sono usciti tre volte e hanno eseguito i still remember come bis dopo il primo rientro. L'ho scritto anche nel post, comunque. se poi quello che hanno fatto dopo il primo rientro è da considerarsi parte integrante del concerto e non bis non so che farci. Io solitamente uso considerarlo bis, evcidentemente i tuoi informatori ti hanno detto diversamente. :D
- mi pare che tu ti stia attaccando a qualunque cosa, ma fa parte del gioco. E' l'essenza dell'essere italiano. :D
- il disclaimer a lato riporta chiaramente che il mio blog non è una testata giornalistica, e così per tuo sollievo anche i navigatori che capitano qui sono tutelati. Il disclaimer c'è da almeno un paio di mesi, forse non te ne sei accorto.
- il concetto dello scrivere minchiate è un concetto relativo
- mi sto divertendo un mucchio.