29 agosto 2008

FRANCESCO RUTELLI, PROFESSIONE IETTATORE

È stato già detto praticamente tutto sulla Convention di Denver in cui Barack Obama ha accettato di essere il candidato dei Democratici alle prossime elezioni presidenziali americane. Discorso storico, nuova promessa, rinascita, ri-cambiamento, il migliore, trionfo, cambiamento, incoronazione, scenografia ultrakitsch (ma ogni tanto ci vuole), convince ma non vince, vince ma non convince.
Solo una cosa purtroppo è stata taciuta: nella delegazione del nostro Partito Democratico inviata a Denver per assistere al grande evento c'era pure il noto liberal Francesco Rutelli, l'uomo che sa come far vincere la sinistra italiana e che soprattutto sa come tenere a bada certi poteri forti.
Ripeto: c'era pure Rutelli, ed io comincio a temere il peggio.
Se vince McCain è solo colpa sua.


8 commenti:

Zonda ha detto...

LOL! Oggi anche Blob ha fatto un montaggi indirizzato su quello che hai puntualizzato XD

Micky ha detto...

rutelli porta male solo a nominarlo!

accento svedese ha detto...

@ zonda: avrei voluto vederlo, spero che qualcuno lo abbia messo sul Tubo.

@ micky: è vero, non voglio più nominarlo. :D

Felson ha detto...

Mannaggia France'! Non potevi startene a casa?

crossoverboy ha detto...

Quando sono stato in America quest'estate rano tutti per Hilary!!!
Sicuramente vincerà mcain anche se mi dispiace per Obama!!!!

accento svedese ha detto...

Spero che non vinca McCain anche solo per l'agghiacciante vice che si è scelto.

Anonimo ha detto...

ammazza avete centrato tutti le previsioni ... Hilary, Rutelli, etc ... un pò di provincialismo ? a proposito di superstizioni e scaramanzie.

accento svedese ha detto...

E' solo che qui si scrive i post col pendolino, e non sempre le previsioni risultano azzeccate.