14 luglio 2010

CRESCETE E PROSTITUITEVI

Don Verzé ha dichiarato che Silvio Berlusconi gli ha ufficialmente chiesto di farlo campare fino a 150 anni perché solo arrivando fino a 150 anni riuscirà finalmente a mettere a posto l'Italia. Dopo una frase del genere si potrebbe anche chiudere qui il post perché è una cosa che fa troppo ridere ed ogni ulteriore commento potrebbe risultare superfluo, ma c'è di più. C'è che Don Verzé è vicinissimo a Comunione e Liberazione e nei laboratori del suo ospedale San Raffaele si stanno facendo degli studi di medicina predittiva per portare l'aspettativa media di vita dell'uomo a 120 anni, c'è che son cose che neanche Ron Hubbard aveva mai lontanamente pensato e dunque Comunione e Liberazione è la Scientology italiana e Berlusconi è il Ron Hubbard italiano, non ci piove. Non vedo l'ora che arrivi un'astronave a riprenderselo, magari si salva dai giudici che ormai stanno braccando i suoi uomini di punta e tra pochissimo arriveranno anche a lui (tra l'altro, c'ha ormai 74 anni ma fa ancora il giovane e si permette pure di dire che è scandaloso che un vecchio uomo di 78 anni come Carboni venga incarcerato nonostante svariate malattie. Crede davvero di essere immortale, l'ometto).

Per Verdini e Cosentino ormai è finita (per Dell'Utri ancora no perché lui è davvero immortale), per Berlusconi tira una brutta aria ma ci penserà Pierferdinando Casini a salvare il governo nel momento esatto in cui Fini tirerà fuori le palle ed uscirà da quell'assurdo caravanserraglio chiamato Popolo della Libertà. Gli daranno un paio di ministeri più la vicepresidenza e lui non batterà ciglio rinnegando due anni di opposizione al bromuro, non male per uno che non ha mai lavorato sul serio un solo giorno in vita sua e nonostante ciò riesce sempre a vivere una vita al di sopra delle proprie capacità fisiche e mentali (soprattutto mentali, direi. Basta guardarlo in faccia e capisci che vive ben al di sopra delle proprie capacità mentali). E la Lega? La Lega farà finta come al solito. Finta di essere un partito (quando ormai tutti sanno che la Lega è di Berlusconi perché dieci anni fa si è comprato il suo simbolo), finta di essere comandata da uomini duri e puri (quando in realtà tutti sanno che i suddetti presunti duri e puri hanno da tempo calato le brache a Roma Ladrona), finta di essere il nord quando il grosso dei voti li prende tra in certe zone della Lombardia e in certe zone del Veneto, ossia in certe zone dove ci stanno i terroni del nord. Avanti così, che c'è posto per tutti.

E c'è talmente tanto spazio in quegli ambienti lì che, qualora decidessi di cambiare lavoro per trovarne uno more challenging, andrei sicuramente a fare l'assistente bionda e bona di Berlusconi come ha fatto tale Federica Gagliardi, che è stata nello staff di Veltroni quando era sindaco di Roma, candidata nell'Italia dei Valori a non so quale elezione e poi ha fatto il salto della quaglia passando improvvisamente nello staff elettorale di Renata Polverini. Da lì ad essere notata da Silvio Berlusconi il passo è stato breve, ed il fatto che alla fine Berlusconi se l'è per oscuri motivi portata al G8 in Canada nelle vesti di assistente a spese delle mie trattenute sulla busta paga non può che rendermi consapevole del fatto che per chiunque c'è una possibilità, basta sapersi vendere bene (anzi, basta sapersi vendere). E allora butterò al macero anni di antiberlusconismo convinto (tanto l'antiberlusconismo ha rotto il cazzo e poi sono stanco di ingrassare i leaders della sinistra che non hanno mai lavorato sul serio neanche un giorno in vita loro) e mi venderò, perché i soldi non mi fanno schifo e se sono tanti è ancora meglio. E come la Gagliardi dirò di parlare quattro lingue e di avere come programma preferito Porta a Porta, tanto agli italiani non gliene frega nulla di Bruno Vespa e delle lingue perché hanno altri problemi ben più gravi. Tipo le suonerie per i cellulari di Wlady.

3 commenti:

manq ha detto...

Non stento a credere che Silvio paghi profumatamente per spingere la ricerca che allunga la vita. Probabilmente paga anche per la ricerca che allunga il cazzo.
Ad ogni modo è veramente triste guardare al trasformismo della politica italiana. Berlusconi ormai si compra più o meno tutti. Proprio ieri leggendo le dichiarazioni di Capezzone riguardo l'uscita dell'ONU sulla legge bavaglio (dichiarazioni in cui sosteneva, in sintesi, che l'ONU non è buona di combinare nulla) mi sono ricordato chi diceva d'essere Capezzone e per un momento ho avuto voglias di rientrare in italia e andare a sputargli in faccia.
Ultimamente silvio ha capito che invece di pagare l'appoggio di politici maschi può pagare quello di politicanti femmine che allo stesso prezzo stampano anche grandissimi soffocotti.
Il fatto che ci abbia messo quindici anni a capirlo e che sia dovuto passare per Iva Zanicchi e Ombretta Colli da un po' l'idea dell'idiota cui abbiamo affidato il paese.

Darlene ha detto...

La Scientology italiana è questa: http://onto.provocation.net/

Hanno anche il loro Tom Cruise (qualche tacca sotto l'originale, come spesso capita con le copie italiane dei prodotti USA): http://onto.provocation.net/ontosito_frames_it.htm

E avevano pure il loro piano per conquistare il mondo: http://onto.provocation.net/ontosito_frames_it.htm

accento svedese ha detto...

@ manq: "Probabilmente paga anche per la ricerca che allunga il cazzo" è da antologia. La sinistra dovrebbe puntare su quello per convincere gli italiani. Non c'è trasformismo che tenga di fronte alla virilità maschile.
Quanto a Capezzone, sembra una caricatura. Ben pagata, ma sempre caricatura. Poveraccio.

@ darlene: favoloso.