20 febbraio 2007

IL PROFETA DI UNA GENERAZIONE CHE NON C'E'

E a questo punto parliamo di Morgan. Farlo richiede molto coraggio, forse addirittura incoscienza. E' un duro compito ma qualcuno dovrà pur farlo, ed io sono qui proprio per questo.

In fondo è giusto che qualcuno lo stronchi definitivamente, se lo merita. Poche volte mi è capitato di vedere un personaggio così spocchioso e pieno di sé, così scarsamente umile e sempre pronto a tener banco su qualsiasi cosa, compreso ciò che non conosceva. Anzi soprattutto su ciò che non conosceva. Così, alla cazzo. Principalmente è questo il motivo per cui non l'ho mai potuto sopportare.

Per chi non ne fosse al corrente, Morgan, al secolo Marco Castoldi, è l'ex cantante (nonchè leader) dei Bluvertigo, band meteora che ha avuto il suo picco di fama sul finire degli anni novanta e che proponeva un synth-pop elettronico trito e ritrito. Roba che in Gran Bretagna nessuno si filava più da almeno dieci anni, insomma. In Italia questa roba ha inspiegabilmente attecchito, ma fortunatamente è stato un fuoco di paglia, ed i Bluvertigo sono finiti ben presto nel dimenticatoio. Meritatamente, aggiungo io.

Il parruccatissimo Morgan deve la propria fama ad Mtv, che ha pompato in maniera inverosimile la sua band fino a farla arrivare al successo. Video in heavy rotation, comparsate a programmi, possibilità di suonare agli Mtv Day come gruppo di punta hanno convinto tutti che i Bluvertigo fossero una gran figata; il fatto che venissero identificati esclusivamente con lui ha fatto il resto. Che schifo di mondo, viene subito da dire.

Ma il peggio doveva ancora arrivare. A questo punto Mtv ha provato a lanciarsi in un'operazione tanto sfacciata quanto stupida: far divenire Morgan un simbolo generazionale.

Ci hanno provato in tutti i modi. Era ovunque, a qualsiasi ora del giorno. Sapeva tutto lui. Musica, cinema, droga, comunismo, pornografia, non importava: Morgan diceva la sua verità. Non c'era programma di Andrea Pezzi dove non fosse invitato in veste di opinionista (o cuoco, come nel caso di Kitchen). Mancava solo che gli facessero fare anche le pubblicità. Ci avranno anche pensato, credo.

Ma non c'è stato verso, non ce l'hanno fatta. Morgan non aveva lo spessore culturale per essere un simbolo, e non aveva nemmeno il carisma adatto, risultando poco credibile. In poche parole, era un gonzo, e nemmeno piccolo. Troppo costruito, troppo distante dai ragazzi dell'epoca, troppo impegnato a dimostrarsi profondo e riflessivo per potercela fare. Si vedeva lontano un miglio che stava recitando una parte.

Progressivamente la band, nonostante l'ultimo colpo rappresentato da un'apparizione a Sanremo (con L'assenzio, forse ad onor del vero l'unico loro pezzo veramente bello), ha perso appeal ed ha finito per far perdere le sue tracce, e la gente ha iniziato a dimenticarsi di Morgan. Il punto più basso e triste della sua parabola discendente è forse stato raggiunto con la candidatura alle elezioni europee del 2004 con la Lista Liberal-Sgarbi (Vittorio Sgarbi, proprio lui, un altro simpaticone) e con la conseguente, solenne figuraccia. Una manciata di voti raccolti, nel vero senso della parola. Nemmeno Romi Osti, mister La 9 e candidato per la stessa lista, ha saputo fare di peggio (Bisognerebbe parlare anche di lui un giorno o l'altro, è un personaggio che regala sempre molte soddisfazioni, soprattutto ai telespettatori delle interminabili dirette notturne della sua emittente).

Morgan ha quindi tentato con scarsa convinzione (e scarsi risultati) la carriera solista e saltuariamente è ricomparso ad Mtv in programmi rievocativi degli anni ottanta o degli anni novanta, come fosse una cosa normale chiamare uno che non è stato praticamente nulla, ma che è stato spacciato per lungo tempo come un simbolo generazionale.
Peccato che la generazione a cui si riferivano non fosse la nostra.
Chiedevamo gente semplice ma con le palle, non gente come lui.

38 commenti:

Anonimo ha detto...

Non dovrei parlare di musica italiana perchè non me ne intendo.

Poichè però qui tu parli di personaggio, e la cosa mi interessa, io credo che Morgan fosse molto vicino al poter esserlo.

Al mercato italiano la spocchia, l'arroganza non piace. E' roba da anglosassoni. E' una delle ragioni per cui il rock qui non è mai stato realmente popolare tranne tra gli appassionati.

Forse era la sua immagine costruita (ma questo spesso accade) ma Morgan aveva un'attitudine propria. Un'antipatia che in un altro mercato gli avrebbe giovato.

Non dimenticherei Asia Argento nella sua "biografia". Non si può certo dire sia roba "non rock".

PS
L'ho pure conosciuto qualche anno fa quando i Blu Vertigo vennero a suonare in un Festival che organizzavo con altri amici. Sono venute molte band italiane negli anni (Afterhours, Marlene, Subsonica, etc...) tutta roba che a me insomma....
I Blu Vertigo erano vero pop. E mi impressionarono. Pure musicalmente.

20nd ha detto...

Coraggio? Ma anche no. Morgan ha riscontri unanimi e incondizionati

20nd ha detto...

Poche volte ti e' capitato di vedere un personaggio cosi' spocchioso? Parliamo di Manuel Agnelli, Jukka e gli Amari...

20nd ha detto...

BAND METEORA!?!? Hanno pubblicato 3 album e una raccolta e partecipato a San Remo! Neanche gli Scisma o i Gazzosa!!!

20nd ha detto...

Mi sembra un post inutilmente polemico. Considerando lo spessore medio delle band Italiane, tipo Nomadi o Dhamn, direi che i BlueVertigo sono stati una signora band e Morgan non e' forse il peggio di quello che ci capita per radio fra una Menopausini e l'Altra.

A questo punto direi: non ti piace il genere e punto.

Mi fa specie che ti piaccia "l'assenzio", che e' il classico brano che ha fatto schifo a tutti tranne a me e la mia collega.

accento svedese ha detto...

Probabilmente in Gran Bretagna sarebbe stato un idolo, in Italia un personaggio del genere invece non lo è stato. Mtv proponendolo come simbolo ha dimostrato di non aver capito nulla di come erano i giovani italiani all'epoca. Probabilmente la sovraesposizione non gli ha giovato anzi lo ha reso odioso, bruciandolo. Penso però che se lo proponessero oggi funzionerebbe. I tempi sono un po' cambiati.
Asia Argento l'ho volutamente lasciata fuori dal discorso, avrebbe meritato menzione ma mi sembrava poco carino verso di lui parlare di vicende così personali. :D
Che i Bluvertigo fossero pop non c'è ombra di dubbio, ma non sono mai riuscito ad apprezzarli. Li ho sempre giudicati sopravvalutati. Musicalmente l'unico che meritava era Andy, il tastierista.

accento svedese ha detto...

@ zonda: il post è volutamente polemico. ;) Ho gettato il sasso e vediamo ora cosa succede. Non nego che Morgan mi sia sempre stato sulle palle, e forse sono un tantino prevenuto.
Manuel Agnelli é spocchioso, ma almeno non te lo hanno siringato in tutti i modi cercando di fartelo piacere.
Li ho definiti band meteora in maniera provocatoria perchè puntavano chiaramente al successo mainstream ma proprio questo mondo ha voltato subito loro le spalle.
I Bluvertigo non mi piacevano. Riconosco che confrontandoli col resto del panorama rock italiano sembrino una signora band.Però prendi ad esempio i Subsonica. Erano veramente innovativi per l'Italia, mentre i Bluvertigo riproponevano schemi già visti e stravisti.

Anonimo ha detto...

Andy era il simpaticone del gruppo. Però davvero Federico, Morgan è un bassista notevolissimo.

Da noi vennero anche i Giardini e Jukka non mi parve così spocchioso. I Verdena se la cavavano pure molto bene. Certo Manuel Agnelli (da noi gli Afterhours li ospitammo ben 3 volte) a tirarsela è davvero inarrivabile. E lui professionalmente, a differenza di Morgan, è davvero discutibile.

accento svedese ha detto...

Basta ricordare che Manuel Agnelli è sceso dal palco per picchiare un tipo che lo insultava, e si è pure rotto un braccio... :D

20nd ha detto...

@ Fede: In ufficio ERA il nostro idolo. Molti miei "colleghi" DJ i Bluvertigo li mettono su ancora...
Asia Argento deve morire. Che potessero non piacerti i Bluvertigo posso capirlo. Ma. Sopravvalutati?

Fai sembre benissimo ad essere polemico. Non siamo mica un circolo di cucito? :D
(lo siamo? :P)

Bluvertigo, Sburonica e DeltaV (a mio avviso) hanno in egual misura contribuito a forgiare un "certo suono" della musica italiana intorno al 1997

accento svedese ha detto...

Nom siamo ad un circolo di cucito, siamo ad un ristorante! :D (viste le precedenti discussioni sul cibo cinese ci sta tutto)
Finalmente qualcuno che rivaluta i Delta V, avrebbero meritato molto, molto di più.
Continuo ad affermare che i Bluvertigo siano stati sopravvalutati. Avrebbero potuto diventare importantissimi con un pochino più di umiltà da parte di Morgan. Ma forse è solo questione di gusti. :D

Bluto ha detto...

Non gli ho mai dato tanto credito, ma il disco solista che fece tempo fa non è affatto male.

accento svedese ha detto...

Pare che non fosse male, per dirla tutta. Ma pare anche che costasse 23 euro e fosse pure col copy control. :D

Manq ha detto...

A me i bluvertigo non dispiacevano. Lui è effettivamente odioso, ma quell'odioso che in fondo in fondo stimo.
La loro canzone migliore è iodio.

Anonimo ha detto...

Sono moderatamente d'accordo su ciò che hai scritto nel post. Specialmente il finale, quello "generazionale": quando uscì "Metallo Non Metallo", Morgan era un simpatico pastrocchio di musica fine anni '80 e rinnovamento neo-battiato. Il disco infatti è davvero bello, nato da quelli che erano gli amichetti del liceo che il pomeriggio si recavano alla Villa a Monza a passarsi la canna e speculare su Kant e sulla prof di latino.
Poi, la dovuta evoluzione. Ed è anche per questo che, dopo un album successivo, ognuno ha preso la sua strada. In particolare, come dici tu, sul Morgan maledetto diabolico giovane ingravidator di figlie di regista maledetto, MTV ci ha voluto costruire un personaggio.
Però l'ha deciso quando il tempo era già sullo scadere, e le ragazzine con le magliette a righine orizzontali, con i loro idoli-da-una-sola-stagione e la loro insana cafoncella passioneperilsushi, facevano già capolino.

Morgan, la parte del fleurdumal de noantri l'ha sempre fatta, non solo per MTV.

accento svedese ha detto...

@ manq: ricordo Iodio, che era del primo disco e non c'entrava nulla con il resto. Bella la definizione "é di quell'odioso che stimo". Io non ce la faccio nemmeno a stimarlo. ;)

@ kekule: nulla da aggiungere alla tua analisi, tranne che per me Morgan ha sempre giocato a fare il maledetto senza esserlo per nulla. Bella la definizione delle ragazzine dell'epoca, non fa una piega. ;) Paradossalmente, allora non ce la fece, ma se rilanciato ora, con ragazzine di questo genere Morgan potrebbe farcela a diventare l'idolo di una stagione.
Già ce li vedo gli zaini Eastpack con la scritta Morgan fatta con l'Uniposca. :D

Anonimo ha detto...

Già ce li vedo gli zaini Eastpack con la scritta Morgan fatta con l'Uniposca.
Oddio ma questo è uno squarcio d'Acheronte! :O

Anonimo ha detto...

Sostanzialmente d'accordo. L'unica coanzone che sopprtavo dei BV era "La crisi"... per il resto non mi mancano, né mi manca di ascoltare Morgan disquisire di tutto in tivvù!

Bersn ha detto...

Come ben sai di musica ci capisco ben poco, ma - così, a pelle - Morgan mi è sempre stato sui marroni.
Nemmeno Andy mi sembrava 'sto mostro di simpatia, ma almeno lui - sempre a pelle - mi sembrava più professionale, musicalmente parlando.

Anonimo ha detto...

A me
1) I Bluvertigo piacevano, tranne L'Assenzio :)
2) il "parruccatissimo Morgan" invece è sempre stato piuttosto sul cazzo come personaggio, e in coppia con Pezzi più che mai!
3) La sua carriera solista non la conosco nei dettagli (degli album), ma così a occhio non è il mio genere (ma un po' di talento ce l'ha).
4) Pretenziosissima la scelta di rifare l'album di De Andrè, che fa tanto IO LO POSSO FARE PERCHE' SONO UN INTELLETTUALE.
Un ego alla Battiato all'ennesima potenza, solo che Battiato prima di darsi alla sperimentazione estrema di canzonette perfette ne ha regalate un bel po' di più....

accento svedese ha detto...

@ kekule: effettivamente è una prospettiva che fa paura. :D

@ felson: La Crisi era effettivamente un pezzo che sopportavo. Concordo con il tuo parere su Morgan, ovviamente. :D

@ bernstol: Andy era vero, si vedeva che era così perchè voleva esserlo. Morgan invece cercava di recitare una parte. Questa è la differenza sostanziale tra i due.

@ disorder: concordo sul giudizio sul remake del disco di De Andrè. Operazione quantomeno avventata, e presuntuosa. Bisogna essere troppo innamorati di se stessi per fare una cosa del genere.
Battiato ha grande ego, però è un grande ed è vero. Ha scritto pagine di storia della musica italiana. Morgan no. :D

20nd ha detto...

@ Kekule: Metallo Non Metallo il migliore. Comunque l'unico gruppo pop di cui sono a conoscenza ad aver sviluppato una triologia hegeliana.

@ Disorder: A mio avviso invece l'unica cagata che ha fatto e' stata quella di riproporre un album di DeAndre' arrangiandolo in maniera pressoche' IDENTICA. Ok. C'e' la storia della partitura acquistata alla Fiera di Bonn e del dovuto rispetto pre il progetto trattato come uno spartito di musica classica. Ma a parte il tour nei cimiteri non ci vedo questa utilita'. Perche' non ascoltare l'originale! "Canzoni dell'appartamento" invece si' che e' una genialta! Copia un po' da OVUNQUE e ci ha regalato momenti di grosse ristate in ufficio! In quel periodo ognuno di noi aveva scelto degli pseudonimi totalmente inventati e andavamo a rompere il cazzo a ragazzine e frocetti adoranti nel loro forum :D :D :D

@ Fede: Cioe'... Morgan ha sempre fatto finta di essere invertito per andare a letto con Aria Asento? Nagrom?

accento svedese ha detto...

Può essere che Morgan abbia anche fatto così per andare con Asia Argento, non mi stupirei! :D Canzoni dell'appartamento può essere stato un ultimo tentativo per riconquistarla a suon di risate. Non l'ho mai sentito, a questo punto voglio provare. :D

prostata ha detto...

A me i due/tre singoloni francamente piacevano parecchio, benché complessivamente non proponessero niente di sconvolgente (ho ascoltato distrattamente gli albi). Come personaggio lo trovo abbastanza noioso, poco carismatico e inguardabile. Fortunatamente, molte delle sue apparizioni me le sono perse. Penso comunque che possa ancora essere riciclato con successo, in qualche modo, magari come showman idiota, o più probabilmente come gelataio.

accento svedese ha detto...

E' stato un bene che tu le abbia perse, non hanno di certo lasciato traccia nella storia dell'umanità. Forse non ce la farebbe nemmeno come gelataio... :D

20nd ha detto...

@ Federico: "Una sera tarda, c'era rumore di motorini. Da Parigi mi hai detto qui piove fa freddo (hey) ottimo clima per lavorare"

NON L'HAI MAI SENTITO!?!?? E' un capolavoro! Solo per trova la citazione. In quanti hanno capito cose come "Un giorno Paul ha detto i livelli sono sette" o "Gli Inglesi sono signori che scattano Polaroid" o "Sarabbe come non pensare all'Elefante"?

Solo in "The Baby" ci sono almeno 12 citazioni musicali, fra cui "Baby Universal" dei Tin Machine, The Ethernal, Syd Barret, etc etc etc.

Quell'album e' un capolavoro di pop colto, raffinato, citazionistico e autoironico. Per me ti piacerebbe.

A mio avviso invece "Metallo Non Metallo" e "Zero" meritano. La triologia in toto e' una cosa geniale. Secondo me vi siete lasciati influenzare dall'antipatia per il personaggio e non avete compreso le mille sfumature che ci sono dietro...

Piu' probabilmente sono io ad essere troppo cervellotico...

L'unica cosa ascoltabile, comunque, "Metallo Non Metallo".

"Acidi e Basi" troppo giovanilistico e "Zero" troppo pretenzioso, anche se decisamente notevole.

accento svedese ha detto...

Non l'ho mai sentito, è roba dei Bluvertigo? A questo punto mi hai quasi incuriosito, potrei rischiare di sentirlo di nuovo... :D e vedere se riesco ad apprezzarlo ad anni di distanza. Ma non credo che ce la farò... forse sono condizionato dall'antipatia per Morgan, ma li giudico presuntuosi. :D

20nd ha detto...

E' il suo primo album solista. E' molto pop. Ascoltalo

accento svedese ha detto...

Lo ascolterò prima o poi. Mi hai convinto. ;)

Maat ha detto...

Condivido una metà delle tesi che hai posto; sì, costruitissimo, Morgan, però non un personaggio di punto rilievo. E nemmeno i Bluvertigo. Per me, hanno dato qualcosa di ben più che sensato alla musica italiana.

Però mi piace molto il tuo modo di argomentare, che palesa una piacevole audacia ed una competenza su qualcosa del mondo sufficiente a potersi sbilanciare. Senza dubbio due ottime cose.

Bel blog. A presto, credo.

Piacere, Maat.

accento svedese ha detto...

Benvenuto Maat! ;)
Grazie per i complimenti, passerò a curiosare sul tuo blog!
Purtroppo non sono mai riuscito a cogliere l'importanza dei Bluvertigo. Li ho sempre identificati con Morgan, e ciò me li ha fatti diventare automaticamente antipatici. Sono prevenuto, lo so. :D

Anonimo ha detto...

ma qui c'è qualche elemento che invece di parlare di personaggio sappia coa sia suonare uno strumento e avere una passione?! morgan è un musicista come ce ne sono pochi ed un creativo da rispettare. sono stata a centinaia di concerti: police, massive attack, portishead, bob dylan, afterhours, oasis, rem, joan as police woman, jeff buckley, deep purple, kiss ecc ecc ecc...ma nessuno NESSUNO l'ho visto suonare come morgan. tu federico parli e non conosci neanche i suoi lavori?! e magari hai tutti i dischi di vasco e di ligabue e continui a voler dire la tua sulla musica.... ma tu ti rendi lontanamente conto cosa voglia dire essere un vero artista in italia? quanto possa essere stressante??? studiare per anni e anni qualcosa che non sai se potrà darti da mangiare, e tuttavia continuare a crederci, metterci tutte le tue energie, disciplinarti per esercitarla come merita di esser fatta, cercare mille riferimenti, fare mille rinunce per questo amore, non scaricare nanche una canzone illegamelmente per il rispetto verso chi condivide con te questa passione e per permetter loro di continuare a creare... e poi ti vedi superare da dei totali inetti come i suddetti liga e vasco, da gente che un giorno ha deciso che aveva la vena creativa, ha preso in mano uno strumento a caso e ha prodotto roba facile, di largo consumo e che chiaramente il popolo bue italiano (fatto di scaricatori di musica a go go e di ignoranti patentati) apprezza e osanna; vedi gli stadi pieni di gente che non capisce nulla e vuol dire la sua solo perchè magari hanno un disco dei led zeppelin e per questo si credono di poter dare un giudizio... e tu che sei un vero artista -perchè ti sei stroncato la schiena per esserlo (l'arte richiede tanta disciplina, ma questo lo sa solo chi la ama davvero)- vieni sfottuto da chi crede che basti vendere per essere un musicista... tu non saresti un po' stizzito e antipatico se ti dovessi quotidianamente scontrare con il popolo bue dopo anni di negazioni?
tu dai di presuntuoso a morgan e poi dici di non aver mai scoltato un suo lavoro... presuntuoso deriva da presumere... tu PRESUMI che morgan non sia un musicista considerevole senza conoscere mezzo disco...chi è allora il presuntuoso? tu con la tua ignoranza non cogli neanche il 2% dei riferimenti culturali e musicali che riesce a fare nei suoi pezzi, le sfumature, i ribaltamenti eppure vuoi parlare... in quel periodo che si vedeva un po' ad Mtv collaborava con andrea pezzi, laureato in filosofia, altra mente creativa ora sparita perchè diceva cose troppo difficili ed era troppo innovativo per la tv italiana... qualcuno ha creduto in loro , hanno sperato che i ragazzi italiani fossero pronti a fare un paso avanti qualitativamente, ma no: quanto è più facile vendere le solite canzoni fatte dai soliti 3 accordi ei soliti programmi con le telecamerine nascoste. attenzione, io non parlo perchè sono una fan di morgan, gli preferisco mille altri artisti... ma so cosa sia il sacrificio e la disciplina per l'arte e questo mi porta a riconoscere gli artisti. tu evidentemente non hai questa capacità. vai, torna ad ascoltare vasco. e parla di ciò che conosci, non certo di musica.
china il capo quando ti passa vicino un "morgan". è evidente che tu non hai mai amato e sofferto se non per qualche ragazzetta.

Anonimo ha detto...

Ma quella qui sopra che ha commentato sopra di me è ASIA ARGENTO?

Ma vah vah chinati te valà

in fede,

Marco Pecorari

Anonimo ha detto...

TI PUOI RICREDERE VISTO CHE IL MORGAN IN FATTO DI MUSICA NE SA PIU' DI TUTTI QUANTI VOI MESSI ASSIEME, LUI è REALE, COLTO, INTERESSANTE, ERUDITO, INTELLETTUALE, MALEDETTO A VOLTE DECADENTISTA.PROVA A LEGGERE IL SUO LIBRO:"IN pARTE MORGAN" MAGARI IMPARI QUALCOSA E SUCCESSIVAMENTE MA SOLO ALLORA PUOI CRITICARE!!

Anonimo ha detto...

articolo pretestuosamente idiota.

ne possiamo fare a meno

accento svedese ha detto...

Che belle parole.

Giulietta_The Anarchist ha detto...

Beh, "band meteora" per te...
cioè, usciti con un disco a 17 anni e riconosciuti in italia come le basi della New Wave Italiana...Meteora non mi par proprio.
Forse per te che non li conosci...

Solo un commento.
Prima di giudicare guardati e prova ad ascoltarli....

PS=co-fondatori (con SubsOnicA & Co) del canale MTV Italia...

accento svedese ha detto...

Mtv Italia può chiudere. Sulla figura di Morgan e sui Bluvertigo negli anni ho ravveduto totalmente il mio giudizio, se leggi il blog te ne renderai conto. ;)